Allarme: le ondate di calore minacceranno 3/4 della popolazione mondiale

Print Friendly, PDF & Email
Grafica ondate di calore

Allarme, riscaldamento globale: a rischio 3/4 della popolazione mondiale. Urgente ridurre le emissioni diCO2 per evitare che le ondate di calore. 

Tre persone su quattro saranno in rischio di morire per colpa delle ondate di calore, secondo lo studio internazionale pubblicato sulla rivista Nature Climate Change. Entro il 2100, le ondate di calore saranno potenzialmente letali se le emissioni di CO2 continueranno a crescere al tasso attuale.

I scienziati hanno analizzato le ondate di caldo e la documentazione scientifica sulla mortalità associata alle ondate di calore tra il 1980 e il 2014. Sono state identificate 783 ondate in 164 città di 36 Paesi, tra le quali:

  • L’ondata di caldo del 2003, in cui morirono 70mila persone in Europa: 20mila solo in Francia e circa 5.000 a Parigi.
  • Quella del 2010 in Russia, con 55mila decessi, di cui 11mila a Mosca.
  • Quella del 1995 a Chicago, in cui morirono più di 700 persone.
  • Stando agli esperti, capitanati dall’università hawaiana di Manoa, attualmente il 30% della popolazione mondiale è esposto a ondate di calore letali per almeno 20 giorni all’anno. Se le emissioni di carbonio saranno ridotte in modo drastico, in futuro l’esposizione riguarderà comunque una persona su due (48%).

Camilo Mora, autore dello studio, afferma:

Per le ondate di calore, le nostre opzioni ora vanno da avverse a terribili. Molte persone in tutto il mondo stanno già pagando il prezzo più alto delle onde di calore, e mentre i modelli suggeriscono che questo è probabile che continui, potrebbe andare molto peggio se le emissioni non saranno notevolmente ridotte“.

Le ondate di calore hanno già dato prova del loro portato di morte. L’esempio più eclatante è quella che colpì l’Europa nel 2003 facendo 70mila vittime.

 

Info: 

www.nature.com

www.ansa.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti