In mostra, l’impegno delle istituzioni a favore dell’arte con “La bellezza ritrovata”

Print Friendly, PDF & Email
Mostra la bellezza ritrovata

I Musei Capitolini presentano “La bellezza ritrovata. Arte negata e riconquistata in mostra”, fino al 26 novembre 2017. 

La bellezza ritrovata. Arte negata e riconquistata in mostra”, a cura di Vega de Martini, intende evidenziare l’impegno delle istituzioni a favore dell’arte. Sarà in esibizione fino al 26 novembre nelle Sale Tirrene di Palazzo dei Conservatori, nei Musei Capitolini.

Purtroppo, le bellezze artistiche sono continuamente sottoposte a furti, vandalismi e danneggiamenti dovuti a eventi naturali ma anche alla mano dell’uomo. La mostra mette in evidenza quest’impegno attraverso l’esposizione di testimonianze artistiche che sono state per molto tempo non accessibili al pubblico. 

L‘esibizione è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, ideata e organizzata dal Centro Europeo per il Turismo e la Cultura presieduto da Giuseppe Lepore con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

L’evento vuole anche porre in risalto l’impegno da parte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale. 

La bellezza ritrovata. Arte negata e riconquistata in mostra” è costituita da tre sezioni (oltre ad una conclusione inaspettata):

  • La prima riguarda le opere recuperate a seguito di furti. Presenta alcuni dipinti di proprietà del Museo Nazionale San Matteo di Pisa, recuperati dai Carabinieri Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Firenze nel 2014.Saranno anche presenti due opere che testimoniano l’attività di recupero e salvaguardia del nostro patrimonio culturale da parte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale.
  • La seconda sezione riguarda le opere salvate dalle zone terremotate dell’Italia Centrale, nello specifico delle Marche. Si tratta di capolavori della rete museale dei Musei Sistini del Piceno e di un dipinto della Chiesa di Sant’Angelo Magno di Ascoli custodito nel deposito del Forte Malatesta di Ascoli, provenienti da alcune sedi danneggiate e chiuse a causa del sisma.
  • La terza pone l’obiettivo sull’argomento dei danni provocati dalle guerre. Parte dall’esempio di quanto accaduto al patrimonio della cattedrale di Benevento, colpita dalle bombe degli alleati nel settembre del 1943.

 

 

Credits:

“La bellezza ritrovata. Arte negata e riconquistata in mostra”

2 giugno – 26 novembre 2017

Sale Tirrene di Palazzo dei Conservatori, Musei Capitolini, Piazza del Campidoglio – Roma

Mostra a cura di Vega de Martini con il Comitato Scientifico costituito da Claudio Parisi Presicce, Daniela Porro, Fabrizio Parrulli, Stefano Casciu, Anna Imponente, Peter Aufreiter, Paola Raffaella David e presieduto dal Generale Roberto Conforti.

Il catalogo della mostra è edito da Gangemi Editore.

Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Ideata e organizzata da Centro Europeo per il Turismo e la Cultura, presieduto da Giuseppe Lepore.

Orari

Tutti i giorni 9.30 – 19.30 (la biglietteria chiude un’ora prima)

Biglietti

€ 15,00 biglietto integrato Mostra + Museo intero per i non residenti a Roma; 

€ 13,00 biglietto integrato Mostra + Museo ridotto per i non residenti a Roma;

€ 13,00 biglietto integrato Mostra + Museo intero per i residenti a Roma;

€ 11,00 biglietto integrato Mostra + Museo ridotto per i residenti a Roma;

€ 2,00 sul biglietto gratuito, ad esclusione dei biglietti per scuole elementari e medie inferiori, bambini da 0 a 6 anni e portatori di handicap;

(Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente)

Info

Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 19.00)

www.museicapitolini.org

www.museiincomune.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti