In programma nel Museo Civico di Sansepolcro la mostra dedicata a Luca Pacioli

Print Friendly, PDF & Email
Leonardo da Vinci (e collaboratore?), Studio per la testa di Leda, 1505 circa Milano, Castello Sforzesco, Civico Gabinetto dei Disegni

Prosegue la ricca stagione espositiva del Museo Civico di Sansepolcro con “Luca Pacioli. Tra Piero della Francesca e Leonardo”. 

Il Museo Civico di Sansepolcro ospiterà, dal 10 giugno, “Luca Pacioli. Tra Piero della Francesca e Leonardo”. La mostra, curata da Stefano Zuffi, è promossa dal Comune di Sansepolcro ed organizzata da Civita Mostre.

 La mostra arriva dopo “Nel segno di Roberto Longhi. Piero della Francesca e Caravaggio”, che ha portato nella cittadina toscana una delle opere più celebri di Caravaggio, il Ragazzo morso da un ramarro.

Luca Pacioli. Tra Piero della Francesca e Leonardo” si propone di esplorare i rapporti e le relazioni tra Pacioli e i grandi pittori dell’epoca. Indaga soprattutto il venticinquennio cruciale per la transizione all’epoca moderna. Questo periodo si svolge tra due importanti date:

  • Il giorno della morte di Piero della Francesca: quello stesso 12 ottobre 1492 in cui Cristoforo Colombo mette piede sul Nuovo Continente.
  • Il 1517, anno della morte di Pacioli ma anche momento in cui si apre la Riforma di Martin Lutero.

Tra le opere in mostra, accanto ai tre scritti di Pacioli (De Divina Proportione, Summa de Arithmetica, De ludo schaccorum, detto Schifanoia), ci sono:

  • Studio per la testa di Leda” di Leonardo da Vinci, concesso in prestito dalle Civiche Raccolte d’Arte del Castello Sforzesco.
  • Due incisioni di Dürer.
  • Una Madonna con il Bambino del Giampietrino, dal Museo Poldi Pezzoli di Milano.
  • Le due tarsie con solidi geometrici, realizzate da frà Damiano Zambelli seguendo esattamente le indicazioni di Pacioli, provenienti dal convento di San Domenico a Bologna.
  • Ritratto d’uomo di Ercole de’ Roberti (collezione privata).
  • I capolavori del Museo di Sansepolcro, come il San Giuliano di Piero della Francesca e il Martirio di san Quintino di Jacopo Pontormo.

Il catalogo della mostra è edito da Marsilio e comprende saggi di Stefano Zuffi e Simone Ferrari. L’allestimento è progettato da Corrado Anselmi.

La mostra si inserisce in un programma culturale che comprende un convegno internazionale di studi (14-17 giugno), seminari didattici, iniziative per le scuole, competizioni scacchistiche e percorsi che si sviluppano tra il Museo Civico e la Casa di Piero della Francesca. 

 

Credits:

“Luca Pacioli. Tra Piero della Francesca e Leonardo”

10 giugno – 24 settembre 2017

Museo Civico

Sansepolcro, Via Niccolò Aggiunti, 65

 

A cura di Stefano Zuffi

 

Orari

dal 10 giugno al 24 settembre: dalle 10 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 19

 

Biglietti

(Il biglietto d’ingresso include la visita al museo e alla mostra)

€ 10,00 Intero

€ 8,50 Ridotto per gruppi di almeno 10 persone, giovani tra 19 e 25 anni, apposite convenzioni;

€ 4,00 Ridotto speciale per ragazzi tra 11 e 18 anni;

Gratuito per minori di 10 anni, disabili, giornalisti accreditati

 

(Domenica 11 giugno l’ingresso al Museo Civico di Sansepolcro sarà gratuito per tutti i residenti del Comune.)

 

Info

www.mostrapacioli.it

Tel. 199 15 11 21

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti