Pitti Immagine apre con le pubblicità contro i falsi realizzate dagli studenti

Print Friendly, PDF & Email

Firenze. Alla vigilia dell’inaugurazione della 92esima edizione di Pitti Immagine Uomo sono stati presentati, alla Fortezza da Basso e lungo i viali di circonvallazione, una serie di cartelloni scelti tra quelli realizzati da 450 studenti delle scuole medie-superiori.

L’iniziativa fa parte della campagna contro i falsi promossa dall’Osservatorio anti-contraffazione della Camera di Commercio di Firenze e rientra nella Settimana nazionale anti-contraffazione, che si svolgerà dal 12 al 18 giugno.

7 giorni di eventi, convegni, affissioni e altre iniziative innovative per rendere i cittadini e le imprese, attraverso i loro comportamenti e le loro scelte, veri protagonisti e alleati nella lotta al falso.

I cartelloni selezionati sono quelli della IV B dell’Istituto Enriques di Castelfiorentino e saranno visibili sulle recinzioni di alcuni cantieri nel cuore di Firenze fino alla conclusione di tutte le fiere targate Pitti (Bimbo e Filati), il 30 giugno.

I manifesti sono stati installati in piazza Bambine e bambini di Beslan (all’ingresso della Fortezza da Basso), piazza Adua e in due punti di viale Strozzi.

«È significativo aprire il maggior evento della moda a Firenze, e che ha una visibilità in tutto il mondo, con una campagna anti-contraffazione alla quale il Comune di Firenze ha subito aderito. Occorre, infatti, sensibilizzare sempre di più i nostri concittadini e le nostre imprese a compiere scelte consapevoli orientate alla tutela dell’originalità dei propri prodotti e al rispetto della legalità, perché è anche partendo dal prevenire la domanda di questo mercato illecito che lo si riesce a combattere», ha aggiunto l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Firenze, Cecilia Del Re.

Oltre all’Enriques di Castelfiorentino negli ultimi tre anni hanno partecipato al progetto altre 14 scuole: l’Istituto Giotto Ulivi di Borgo San Lorenzo, il liceo Pascoli di Firenze, l’Istituto Fermi di Empoli, l’Istituto Buontalenti di Firenze, l’Istituto Pontormo di Empoli, l’Istituto tecnico agrario di Firenze, l’Istituto Cellini di Firenze, l’Istituto Gobetti Volta di Bagno a Ripoli, l’Istituto Buzzi di Prato, l’Istituto Machiavelli-Capponi di Firenze, l’Istituto Peano di Firenze, l’Istituto Balducci di Pontassieve, l’Istituto Checchi di Fucecchio, il liceo scientifico Enriques Agnoletti di Campi Bisenzio.

Fonte: Ufficio Stampa Camera di Commercio di Firenze

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti