La dolce estate romana dell’Isola del cinema

Print Friendly, PDF & Email

Roma. L’Estate è arrivata e porta con sé tre mesi di intensa programmazione, tra film, incontri, eventi letterari e artistici.

Fino al 3 settembre torna la 23esima edizione de “L’isola del Cinema”, la rassegna curata da Giorgio Ginori, pronta a trasformare l’isola Tiberina in un gigantesco festival a cielo aperto, patrocinato dall’Unesco.

Non a caso titolo emblematico di questa edizione è proprio “Roma, Città Creativa”, quale doveroso omaggio al riconoscimento che l’Unesco ha attribuito alla Capitale in quanto fulcro di creatività cinematografica.

Tre sono gli spazi dedicati alle proiezioni: l’Arena Groupama, il Cinelab e lo Spazio Q8, quest’ultimo dedicato sia alle proiezioni gratuite che a molti degli eventi collaterali.

Fulcro del programma è il cinema italiano, presentato al pubblico alla presenza di nomi prestigiosi come quello di Marco Bellocchio e Micaela Ramazzotti, Roberto Faenza e Paolo Virzì.

Fra i titoli di questa edizione: “Il permesso – 48 ore fuori” di Claudio Amendola, “In guerra per amore” di Pif, “Il padre d’Italia” di Fabio Mollo, “La ragazza del mondo” di Marco Danieli, “Smetto  quando voglio – Masterclass” di Sidney Sibilia, “Moglie e marito” di Simone Godano, “Cuori Puri” di Roberto de Paolis.

Non  manca poi lo spazio al cinema di autore, con pellicole anche in lingua originale, e quello dedicato al nuovo cinema italiano, con tanto di tributi, rassegne e documentari.

Parte sostanziale della programmazione è anche “Isola Mondo”, rassegna di film provenienti da Paesi stranieri, che quest’anno ha per protagonista l’Est del Pianeta in un ideale viaggio a ritroso che parte dall’Australia, attraversa l’Oriente e giunge infine nei Balcani, passando per Cina, Giappone, Corea del Sud e Israele.

Tra le anteprime: “Goldstone” di Ivan Sean, “Operation Chromite” di John H. Lee, “The 90 Minutes War” di Eyal Halfon.

Dal mondo invece vi sarà una sezione dedicata esclusivamente alle registe femminili, la “European Women Filmaker”, e un’altra, “Fuoco sul Reale”, per i documentari, un genere che ha ottenuto grande dinamicità e potere espressivo grazie anche alle evoluzioni narrative e alla ritrovata libertà espressiva del mezzo.

Novità assoluta è il progetto dedicato alla Realtà Virtuale a 360 gradi, ideato da Mariangela Matarozzo.

S’inaugura con “No Borders” di Haider Rashid, vincitore del Premio MigrArti, alla presenza del produttore e del cast.

Tra gli altri appuntamenti:

  • “Mamma Roma e i suoi quartieri”, concorso dedicato ai cortometraggi ambientati nella Capitale,
  • “Cinema e Libri”, sezione fitta di ospiti come Micaela Ramazzotti, Paolo Virzì e Roberto Faenza,
  • “L’isola dei poeti”, reading di poesie a cura di Roberto Piperno, Francesca Farina e Agostino Raff.
  • due mostre realizzate in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia- Cineteca Nazionale: la prima dedicata ai luoghi di Roma nel cinema, la seconda sul rapporto tra grande schermo e cucina.

 

Informazioni utili:

INGRESSO SULL’ISOLA TIBERINA GRATUITO

BIGLIETTI ARENA GROUPAMA: INTERO 6 E – RIDOTTO 5

BIGLIETTI CINELAB: UNICO 4 / SPAZIO Q8: INGRESSO GRATUITO

Fonte: Ufficio Stampa e Promozione – Studio Alfa

Potrebbe interessarti anche:

Roma, Festa della musica 2017: i vari volti della musica
La rivoluzione del Castel Sant’Angelo tra tecnologia e percorso segreto
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti