Trump, Cuba: cancella accordo fatto da Obama

Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato lo scorso 16 giugno a Miami di voler “cancellare” l’accordo fatto da Obama con Cuba e che la sua amministrazione applicherà con maggior rigore “l’embargo e il divieto del turismo”.

Un accordo squilibrato, secondo Trump, quello promosso da Obama che non ha portato vantaggi ai cubani, né migliorato la situazione dal punto di vista dei diritti umani. 

Pur annunciando la cancellazione dell’accordo di Obama, Donald Trump mantiene aperta l’ambasciata americana all’Avana, riaperta nell’ambito di quell’accordo, “nella speranza che i nostri Paesi possano forgiare un cammino migliore“.

Noi sfidiamo i cubani a venire al tavolo con un nuovo accordo che sia nel miglior interesse di entrambi i nostri popoli e dei cubano-americani“, ha dichiarato Trump davanti alla folla di esiliati cubani che hanno preso parte all’evento tenutosi in un teatro di Little Havana, pronunciando parole forti nei confronti  “del regime castrista”, i cui crimini saranno denunciati dalla sua amministrazione. 

Hanno fatto un accordo con un governo che diffonde la violenza e l’instabilità nella regione – ha continuato il Presidente – ma quei giorni sono finiti. Ora siamo noi a tenere in mano le carte. Le abolizioni delle restrizioni di viaggio e di commercio volute dalla passata amministrazione non aiutano il governo cubano, ma solo arricchiscono il regime cubano“.

 

Fonte: Adnkronos

 

Potrebbe interessarti

Sioux contro Trump, la battaglia impossibile continua

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti