Roma, turismo: inaugurato centro ristorazione ai Fori Imperiali e dati sui primi 5 mesi del 2017

Print Friendly, PDF & Email

 

Il Punto Informativo Turistico di Via dei Fori Imperiali ha inaugurato lo scorso 23 giugno un nuovo servizio di ristorazione affidato, in seguito ad una gara di appalto, al Consorzio Orgoglio Aquilano, un gruppo di imprenditori formatosi dopo il terremoto de L’Aquila. L’iniziativa mira a combattere l’abusivismo nella ristorazione in una zona  cardine per il turismo della Capitale.

Con oltre 556.000 contatti stimati nel 2016 (tendenza in crescita del +3,3% nel primo trimestre del 2017 con oltre 119.000 contatti) il P.I.T. di Via dei Fori Imperiali è il principale punto di riferimento per i turisti nel centro della Capitale, ponendosi subito dopo il P.I.T. dell’Aeroporto di Fiumicino e della Stazione Termini per numero di contatti (rispettivamente con 758.743 e 639.605 contatti nel 2016).

Il chiosco bar, situato nel cortile del P.I.T., offre prodotti semplici e di qualità a prezzi calmierati ed è completato dalla presenza di servizi igienici, la cui cura, pulizia e manutenzione è affidata al consorzio vincitore della gara di appalto. Per un migliore e costante presidio dei servizi e per garantirne la massima efficienza e pulizia, il loro utilizzo è a pagamento.

La tariffa di accesso è di  1 euro a persona, gratuita per i visitatori in possesso della Roma Pass per l’intera durata di validità dell’abbonamento.

Roma Capitale ha annunciato l’arrivo di nuove postazioni di servizi igienici in Centro: da Piazza Navona a San Pietro, da Piazza di Spagna a Porta Maggiore. 

I dati del turismo a Roma nei primi 5 mesi del 2017

In occasione dell’inaugurazione del centro di ristoro in Via dei Fori Imperiali, sono stati annunciati i dati sul turismo a Roma nei primi cinque mesi del 2017.

Gli arrivi sono stati di 5,4 milioni e le presenze 13,5 milioni facendo registrare, rispetto allo stesso periodo del 2016, una crescita di circa il 2,8% negli arrivi e del 2,5% nelle presenze, con una accentuazione maggiore della domanda di turisti stranieri (+3,24% arrivi; +3,11% presenze).

I P.I.T. sono i principali  punti di informazione e accoglienza per i turisti italiani e stranieri che visitano Roma: dopo i 3.594.345 contatti stimanti nel 2016, nei primi tre mesi del 2017 (ultimo dato disponibile) sono stati registrati 805.354 contatti, con un incremento dell’1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Bene anche le card turistico-culturale della Capitale (Roma Pass 72 hrs e Roma Pass 48 hrs) che offrono agevolazioni economiche e servizi che facilitano la visita della città:  nei primi cinque mesi dell’anno sono state vendute complessivamente 237.072 card registrando un incremento del 4% rispetto alle 227.914 card vendute nello stesso periodo del 2016.

Alle due versioni di Roma Pass 72 hrs e Roma Pass 48 hrs si aggiunge RomaMap che permette ai turisti di visualizzare, tramite l’applicazione Charta Roma, le riproduzioni in 3D, video, audio e immagini di approfondimento dei maggiori monumenti romani.

Fonte: Comune di Roma

Potrebbe interessarti

Nuovo Sherlock Holmes a Roma, Bonelli pubblica albo n.1 di Mercurio Loi
Roma, dai lavori per la metro C emerge una “piccola Pompei”

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti