20 anni di Harry Potter: come Londra celebra il maghetto

Print Friendly, PDF & Email

Vent’anni fa era solo una ragazza madre che, tra un bucato e l’altro in una lavanderia a gettoni di Edimburgo, si dedicava a scrivere.

Chi l’avrebbe mai detto che quella ragazza sarebbe poi diventata la scrittrice più famosa del mondo con un patrimonio stimato in 700 milioni di sterline, il doppio di quello attribuito alla regina?

La giovane in questione si chiama Joanna, o più semplicemente J.K Rowling ed è l’autrice della saga per ragazzi più nota di tutti i tempi, quella di Harry Potter.

J.K Rowling

Il 26 giugno scorso erano vent’anni esatti da quando la Rowling scrisse il primo capitolo della serie, “Harry Potter e la pietra filosofale”, libro che inizialmente fu stampato in una tiratura di 500 esemplari.

Harry, Ron e Hermione di lì a poco sarebbero diventati gli amici immaginari per milioni di bambini e la scuola di magia e stregoneria di Hogwarts quella che tutti, piccoli e adulti, avrebbero voluto frequentare.

Perché quella di Harry Potter non è soltanto una saga letteraria ma un vero e proprio mondo che da due decenni non ha più smesso di far sognare intere generazioni a suon di bacchetta e incantesimi.

Tradotta in 77 lingue, incluso latino e greco antico, l’intera serie ha venduto finora 450 milioni di copie e gli otto film che ne sono stati trasposti sono stati tra i più remunerativi della storia di Hollywood.

E poi ci sono i videogiochi, le magliette, i souvenir, il parco giochi e il dramma teatrale in due parti che va in scena in un teatro del West End londinese, con Harry adulto.

Tutta la magia di Londra a portata di bambino

Quest’anno in occasione dello speciale anniversario, la città di Londra si prepara a far vivere la magia a tutti i fan del maghetto.

I festeggiamenti, infatti, iniziati a fine giugno si protrarranno fino alla fine dell’anno: edizioni speciali, convegni e mostre, come quella che apre a settembre alla British Library.

Senza dimenticare gli studios della Warner Bros, alle porte della metropoli, che sono pronti a condurvi sul set dei film pagando però un biglietto piuttosto caro, da 69 sterline.

GLi studios della Warner Bros di Londra

Nella città londinese, comunque, c’è molto da fare per i più piccoli, con o senza Harry Potter.

Si va dai musical teatrali di Aladdin, Matilda e il Re Leone, tra i più famosi al mondo, ai musei che offrono percorsi speciali per i più piccoli. Tra questi, il National History Museum, il Science Museum e il Victoria & Albert Child Museum, che offre una collezione straordinaria di giocattoli di tutte le epoche.

E’ poi d’obbligo un giro da Hamley’s su Regent Street: il negozio di giocattoli più grande del mondo, dove almeno per un po’ si può giocare gratuitamente.

Hamley’s Londra

La vera attrattiva però sono i parchi gioco, e a Londra ce ne sono per tutti i gusti.

Si va dal Legoland, un must per tutti gli appassionati delle costruzioni, al Dungeon, in cui si viaggia dentro una tetra prigione vittoriana con tanti orrori al suo interno.

Da non perdere anche una visita al museo di Sherlock Holmes, per provare il brivido del mistero, e a quello delle Cere, tra le star più celebri del pianeta.

 

Potrebbe interessare:

Londra: i 5 migliori posti dove gustare un buon tè secondo British Airways
In Inghilterra sui set dei film di Jane Austen
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti