Castellammare di Stabia il più grande giardino di epoca romana

Print Friendly, PDF & Email

 

È stato rinvenuto uno dei più grandi giardini in un contesto abitativo di età romana grazie a uno studio archeobotanico nella Villa Arianna a Castellammare di Stabia (Napoli) dimora della Stabia sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C che distrusse anche Pompei ed Ercolano.

Un’architettura imperiale, triplici filari di palme e di platani e radici di centinaia di piantine da fiori che disegnano aiuole. Lo ha annunciato Thomas Noble Howe, dell’Università del Maryland, coordinatore generale scientifico della Fondazione Ras, a conclusione della stagione di ricerche per Stabiae, a Castellammare di Stabia.

Alla campagna di scavo hanno collaborato ricercatori del Museo Statale Ermitage, di San Pietroburgo, coordinati da Alexander Butyagin, insieme con Paolo Gardelli, archeologo. Gli studiosi hanno indagato e scavato una superficie di circa 44 mq nell’ambiente 71 di Villa Arianna, opera condotta con gli studenti delle università americane e russe.

Fonte: ANSA

Potrebbe interessarti:

Scoperto un piccolo Circo Massimo nei sotterranei di Aosta

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti