Firenze: Uffizi e Palazzo Vecchio finalmente uniti in un unico percorso

Print Friendly, PDF & Email

Firenze. L’apertura del suggestivo percorso aereo su via della Ninna che collega il Museo di Palazzo Vecchio con la Galleria degli Uffizi è un risultato storico, che permetterà in futuro di visitare con un unico biglietto questi due grandi musei fiorentini.

Merito della collaborazione tra il MiBACT e il Comune di Firenze, due importanti istituzioni culturali, separate per oltre un secolo e ora finalmente riunite.

Così Dario Franceschini, il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, ha dichiarato nel corso della cerimonia di inaugurazione tenutasi mercoledì 5 luglio insieme al Sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Il percorso, tramite il corridoio sospeso su via della Ninna, porta da Palazzo Vecchio agli Uffizi e costituisce il primo tratto del celebre Corridoio Vasariano che attraversando l’Arno su Ponte Vecchio conduce fino a Palazzo Pitti.

Grazie al nuovo biglietto integrato, sarà ora possibile visitare i due musei senza mai uscirne.

“In questa prima fase del piano di apertura” – ha spiegato il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt – “ci saranno solo gruppi prenotati che entreranno, dal momento che fino alla settimana scorsa questo passaggio era riservato solo alle delegazioni ufficiali. In futuro ci sarà un biglietto unico tra Uffizi e Palazzo Vecchio”.

“Palazzo Vecchio” – ha affermato il Sindaco Nardella – “è stato unito agli Uffizi da un progetto unitario, voluto da Cosimo de’ Medici e progettato dal Vasari. Per troppo tempo il complesso è rimasto separato da confini politici e giuridici. Oggi finalmente riapriamo una piccola porta simbolica, recuperiamo il grande progetto vasariano e lo mettiamo a disposizione di tutti”.

 

Per informazioni e prenotazioni, si rimanda al sito www.uffizi.it.

Fonte: Ufficio Stampa MiBACT

Potrebbe interessarti anche:

Firenze al femminile, una guida non convenzionale per scoprire la Vecchia Signora
Firenze, Santa Maria Novella: ritrovati alcuni affreschi sotto strati di intonaco e pale d’altare
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti