Frida Kahlo,110 anni dalla nascita: un viaggio nei luoghi della sua vita

Print Friendly, PDF & Email

Il prossimo 6 luglio ricorre il 110° anniversario dalla nascita di Frida Kahlo e, per celebrare l’artista messicana, l’Ente del Turismo del Messico propone un itinerario alla riscoperta dei luoghi che hanno fatto la storia della pittrice.

La casa natale di Frida è a Città del Messico, qui è dove ha vissuto insieme a Diego Rivera e realizzato i dipinti ispirati a temi sociali della sua epoca, dando vita a quello stile artistico magico, surrealista e innovativo che l’ha sempre caratterizzata nel periodo post-rivoluzionario messicano.

  • Coyoacan: uno dei primi quartieri a prendere forma a Città del Messico, e in cui la pittrice visse. Oggi di questa zona colpiscono i colori forti e vibranti, i suoni, la musica e gli angoli più nascosti, le affascinanti vie e i vicoletti iconici circondati dalle case in stile nuovo barocco spagnolo, i centri culturali, ristoranti, librerie e gallerie.

 

  • Museo Frida Kahlo: il luogo in cui Frida crebbe, si riprese dai suoi trauma e infine morì. La casa è un vero e proprio museo che raccoglie i suoi dipinti, i ricordi della sua vista con Rivera e l’angolo in cui lavorava. All’interno si possono ritrovare anche alcuni abiti di Frida in una collezione speciale.

 

  • Dolores Olmedo Museum: qui è esposta la maggior parte dei dipinti di Frida. In questo mese inizia anche una speciale esposizione che durerà fino a dicembre, con un evento in onore della pittrice: Vida con Frida l’8 luglio e Gracias Chabela il 9.

 

  • Museo Casa Estudio Diego Rivera y Frida Kahlo: qui Diego Rivera e Frida vissero insieme (si tratta in realtà di due case separate, unite da un sovrapassaggio. La struttura ospita molti dei lavori di Diego, ma resta un luogo iconico, essenza della loro relazione, in grado di dare una panoramica sulla relazione tra i due.

Fonte: visitmexico.com

Potrebbe interessarti

Nel 2018 Frida Kahlo si sposta a Milano

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti