Vacanza adrenalinica: destinazione La Rèunion

Print Friendly, PDF & Email

 

La cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili.

William Burroughs

Vacanza all’insegna dell’adrenalinia senza rinunciare alle acque cristalline? L’Isola de la Rèunion è quello che fa per voi.


S
ituata a pochi gradi a nord del Tropico del Capricorno e a est del Madagascar
, fa parte insieme a Mauritius dell’arcipelago delle Mascarene. Meno nota della sua gemella, La Rèunion , Francia a tutti gli effetti, è un’isola di origini vulcaniche: oltre al Piton des Neiges, un vulcano alto 3069 su La Reunon ci sono anche tre crateri: Cilaos, Salazie e Mafate. Questo ultimo è molto difficile da raggiungere per via delle paeti particolarmente impervie. Si può raggiungere solo via elicottero o a piedi seguendo i sentieri tracciati dagli schiavi in fuga dai negrieri.

Ed è proprio la morfologia complessa di La Rèunion a renderla un luogo ideale per varie attività sportive: trekking e passeggiate, ma non solo. Divertitevi con lo snorkeling, il parapendio e le immersioni e poi un po’ di sano relax sulle meravigliose spiagge.

allora via inerpicatevi sugli antichi sentieri degli schiavi alla scoperta del vulcano attivo Piton de la Fournaise alto 2632 metri  che erutta in media ogni 9 mesi creando spettacoli della natura incredibili, come il fiume  solidificato lungo 6 metri nato dall’eruzione dell’agosto del 2015 a cui è stato dato il nome Gran Brulè. Tra i vari sentieri il più suggestivo è quello che dalla costa meridionale risale la Gran Brulè  infilandosi nel cuore più selvaggio di La Rèunion, passando nell’arco di poche ore da temperature miti a un clima alpino.

Amate il torrentismo e le immersioni? La Réunion non vi deluderà. Dalle meravigliose cascate del Trou de Fer a quelle imponenti del Voile de la Marièè sino alle cascate del Gran Galet, dove potrete fare il bagno.

Recatevi poi alla Rivière de Langevin, indossate le tute stagne e scendete con le corde nel canyon, scavato dal fiume lungo un’antica colata lavica.

Per incontri ravvicinati con la flora e la fauna marina, lungo la costa ovest ci sono oltre 20 km di barriera corallina: un acquario meraviglioso dove fare snorkeling e immersioni.

La costa sud è invece un paradiso vero e proprio per i surfisti, la Gauche è considerato uno dei luoghi migliori per il surf di tutto l’Oceano Indiano.  Se amate i parapendio andate sulla vicina spiaggia di Kélonia, la parte più riparata dell’isola , dove si generano forti correnti ascensionali.

Hell-Bourg

Per un tuffo nella storia multietnica di La Rèunion oltre a una visita nella capitale Saint-Denis tra edifici coloniali e templi indù, il cuore pulsante della cultura creola si trova però nei piccoli borghi nei pressi dei crateri, come Salazie: nel villaggio di Hell-Bourg c’è un piccolo gruppo di abitazioni costruite nel XIX secolo dai commercianti e i ricchi proprietari terrieri della costa.

WEDDING-IDEA viaggio di nozze.
Se è tutto definito per il giorno del vostro sì, ma non sapete quale meraviglioso posto del mondo scoprire con attività al cardiopalma insieme alla vostra metà, l’Isola de La Rèunion potrebbe fare per voi.

Dove Dormire

LUX*****

Questo cinque stelle si trova  sul tratto più lungo della costa. Vanta un ottimo ristorante sulla spiaggia, location indicata per romantiche cene al tramonto. Il LUX* Saint Gilles consente ai suoi ospiti di praticare numerose attività sportive, tra cui pallavolo, tennis e snorkeling.

Palm Hotel & Spa*****

Un lussuoso cinque stelle che si affaccia sulla Grande Anse, una bellissima baia sulla costa meridionale. Propone servizi benessere, 2 piscine all’aperto, una delle quali riscaldata, e 3 ristoranti panoramici.

Hotel Tsilaosa

La migliore sistemazione a Cilaos. La struttura è in stile creolo ed è situata 1.200 metri di altitudine in un antico villaggio di origine vulcanica a 30 km dalla spiaggia di L’Etang Salé.

Gastronomia

Assolutamente da provare sono il cari, un piatto a base di carne o pesce piuttosto piccante servito con riso e cereali, lenticchie o piselli ben cotti e il rougail, uno stufato di salsicce, che è anche un condimento artigianale a base di peperoncino e pomodoro, tipico di questi luoghi.

La Vaniglia di Bourbon (antico nome dell’isola de La Réunion) viene utilizzata in pasticceria ma come condimento in alcuni piatti salati, come l’anatra alla vaniglia e ancora nei punch, nei rhum e nel caffè. 

Due le varietà di rum: il rhum agricole, prodotto dal succo della canna da zucchero fermentato direttamente e distillato e il rhum industriale, ottenuto dalla fermentazione della melassa. Il punch, si prepara su una base di frutta fresca (ananas, arancia, frutto della passione), addolcito dallo sciroppo di canna e insaporito con l’aggiunta di una dose variabile di rhum bianco.

Dove mangiare

L’Atelier de Ben

A Saint-Denis questo ristorante offre piatti internazionali preparati dallo chef Benoit Vantaux . Da non perdere l’anatra  caramellata con lo zucchero boliviano condita con le spezie locali.

Le Choka Bleu

Posizionato sulla spiaggia di La Saline, la cucina europea si fonde con i sapori indiani. Da provare il menù marmite, con una vasta scelta di piatti al curry, tipici dell’Isola.

Le D.C.P. Saint-Pierre

Ristorante che offre piatti prevalentemente a base di pesce. In base al pescato giornaliero viene proposto anche i metodo di cottura. Vasta la scelta dei rum.

PERIODO CONSIGLIATO: maggio-settembre

Potrebbe interessarti

Viaggio di nozze a Las Vegas
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti