Alcuni tra i posti più misteriosi al mondo

Print Friendly, PDF & Email

Di posti misteriosi ed enigmatici ne è pieno il mondo: dalle Piramidi Egizie alla mano “mano del deserto” di Atacama, da le enormi facce dell’Isola di Pasqua all’inquietante “isola delle bambole” in Messico. Ecco, una lista di cinque tra i posti enigmatici più famosi al mondo.

Le Linee di Nazca

Siamo nel parte meridionale del Perù, in una piana desertica tra le valli di Ingenio e Nazca: qui secoli fa gli antichi popoli della cultura Nazca crearono questi enormi disegni sul terreno che rappresentano figure geometriche, di animali, piante e linee rette. Disegni a cielo aperto, la cui dimensione è talmente vasta che l’unico modo per poterle apprezzare visivamente è osservarle dal cielo.

Alcuni di questi disegni sono stati interpretati da archeologi e studiosi delle lingue antiche: molti di loro fanno rifermento a corpi celesti e costellazioni. Di questo posto, Patrimonio Unesco, si sa ancora poco, per molti studiosi si tratta di un luogo sacro.

Stonehenge

Si tratta del più famoso complesso megalitico al mondo, situato a Salisbury in Gran Bretagna. Stonehenge è costituito da dolmen, strutture architettoniche fatte da due o più sostegni verticali su cui poggia una enorme lastra di piatta. Questo complesso megalitico venne realizzato in più fasi la più antica risale al 3000 a.C. Le enormi lastre di pietra provengono da una cava che si trova sulla costa occidentale del Galles, a 380 chilometri di distanza da Stonehenge.

Per issarle, secondo recenti studi, sarebbero serviti 600 uomini che si facevano scivolare nei buchi con un sistema di leve, e si tiravano poi verso l’alto con delle funi. Tra le ipotesi fatte circa lo scopo di questo famoso sito, quella di centro cerimoniale è la più accreditata.

 

Nuraghi

 

Anche in Italia esistono monumenti in pietra costruiti da un’antica popolazione. Si tratta dei Nuraghi eretti dall’antica civiltà nuragica, un popolo di pastori e contadini, divisi in piccole comunità, che visse in Sardegna per otto secoli. I nuraghi si trovano in Sardegna da nord a sud: su tutta l’isola ce ne sono circa 7000. Queste strutture furono usate inizialmente come strutture abitative di carattere difensivo, in epoca punica e romana, però, se ne è attestata un’utilizzazione come luoghi di culto.  

Oltre ai nuraghi le più caratteristiche testimonianze archeologiche della civiltà nuragica sono le tombe dei giganti (sepolcri monumentali a corridoio) e i templi a pozzo (strutture ipogee con scale d’accesso al vero e proprio pozzo) legati al culto delle acque. 

 
Il triangolo delle Bermuda

Il famoso Triangolo delle Bermuda o Triangolo del Diavolo è una zona delimitata all’interno di una linea immaginaria tra Florida, Puerto Rico e Isole Bermuda. In questo tratto di oceano sarebbero accaduti strani avvenimenti, come già scrisse Cristoforo Colombo sul suo diario di bordo, narrando di bizzarri fenomeni che impaurirono il suo equipaggio: strani comportamenti delle bussole, palle di fuoco e luci in lontananza in alto mare.

Il caso “Triangolo delle Bermuda” esplose nel 1974 con la pubblicazione del testo di Charles Berlitz  scrisse il libro  “Bermuda, il triangolo maledetto”, in cui l’autore affermava che le sparizioni di aerei e navi fossero causate da forze aliene. Un recente studio dello scienziato australiano Karl Kruszelelnicki ha però sfatato il mito di luogo maledetto: la percentuale dei disastri avvenuti in questa zona è abbastanza paragonabile al tasso di incidenti che avvengono in altre zone del mondo.

Area 51

 

L’Area 51 è una base militare situata a Nellis, nel deserto del Nevada, a circa 200 chilometri dalla città di Las Vegas. Ufficialmente è un campo di sperimentazione per nuove tecnologie aeronautiche, sebbene per molti anni l’aeronautica americana ne ha negato l’esistenza. Ciò ha fatto nascere varie supposizioni sulla sua reale natura e sugli esperimenti che avverrebbero al suo interno: la più celebre, perché grazie a film, serie tv e romanzi è entrata nell’immaginario collettivo, è quella secondo cui la base custodirebbe i corpi dell’equipaggio alieno e i resti del disco volante e i precipitato a Roswell nel 1947.

Senza scomodare esseri extraterrestri, l’Area 51 è stata sicuramente usata come campo di prova per aerei spia e ad alte prestazioni  nel periodo della guerra. Per questo il governo americano ha mantenuto il riserbo per tanti anni.

Potrebbe interessarti:

In Alta Murgia tra grotte, chiese rupestri, canyon e gravine: l’incanto della Magna Grecia pugliese

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti