Tra mare da sogno e terrazze sull’infinito: anniversario di nozze in Costiera Amalfitana

Print Friendly, PDF & Email

 

Sulla spiaggia sonora ove il mar di Sorrento spiega le azzurre sue acque ai pie’ degli aranceti,
posa, lungo il sentiero, sotto la siepe odorosa, una piccola pietra, indifferente ai piedi distratti dello straniero. (Alphonse de Lamartine)

Un balcone sospeso tra il blu cobalto del mare, l’azzurro cielo e la tortuosità dei suoi sentieri alle pendici dei monti Lattari, incastonato tra costoni di roccia, faraglioni, calette, spiagge, terrazze fiorite e coltivate ad agrumi e uliveti. Atmosfera ruspante e al tempo stesso romantica, strapiombi a picco sul mare, suggestivi tramonti e caratteristici paesini tutti da visitare. Niente di meglio per festeggiare  il rinnovamento della promessa di amore eterno che prenotare un weekend (o, perché no, anche qualche giorno in più) nella meravigliosa Costiera Amalfitana.

Si entra qui nel paradiso delle zagare e dei limoni, che si fondono con la più fervida macchia mediterranea, la salsedine, i colori brillanti e le cupole maiolicate, le case bianche e arrampicate e aggrappate ai monti Lattari. E poi le piante e i fiori, i profumi di bouganville e di garofani.

Lo splendido lembo di terra parte integrante dei tesori italiani annoverati tra i Patrimoni dell’umanità Unesco, con più di 11 mila ettari di meraviglie naturali estesi tra il Golfo di Napoli e il Golfo di Salerno, 16 città e paesi diversi tra loro, ognuno con le proprie tradizioni e i propri usi, che sono la meta ideale per trascorrere un romantico anniversario di nozze.

Antichi borghi di pescatori, come Cetara e Maiori, e graziose cittadine lontane dal turismo di massa come Atrani. Ma anche e soprattutto luoghi simbolo della costa più famosa al mondo: le celebri e romantiche Sorrento, Positano Amalfi, Ravello, e all’orizzonte la raccolta e suggestiva Capri e il bellissimo fiordo di Furore. Per concludere si potrebbe scegliere anche un soggiorno termale, tutto massaggi, sana alimentazione e coccole.

Sorrento

Aromi agrumati e un panorama mozzafiato irradiano dalla penisola Sorrentina e danno il loro massimo sfoggio del loro splendore a Sorrento, la bella città edificata su un costone di tufo. Partendo dal centro storico, si può iniziare dalla piazza principale – Piazza Tasso – dedicata proprio al letterato che a Sorrento nacque nel 1544, originariamente Largo del Castello perché laddove oggi si vede la statua di Sant’Antonino (protettore di Sorrento) vi era un castello risalente all’epoca di Ferdinando d’Aragona. La piazza si apre verso corso Italia, la lunga promenade ricca di negozi e boutique adatte a shopping e passeggio, per finire poi sulla moderna Piazza Lauro. È stata costruita sul Vallone dei Mulini, uno dei tanti piccoli canyon che dalle colline si gettavano a capofitto sul mare. Un tempo, dove ora ci sono negozi e bar, c’erano donne intente a lavare i panni nel fiume che dalle colline scendeva.

E poi via della Pietà, una stradina che fa parte dell’antica pianta urbanistica della città di Sorrento organizzata per cardini e decumani, con esempi di architettura medievale. E poi i tanti vicoli del centro storico, tra cui via San Cesareo, con i negozietti di artigianato. Scendendo per via Giuliani si arriva alla Villa Comunale, una meravigliosa terrazza affacciata sul Golfo di Sorrento e da cui parte l’ascensore per il porto, e al Chiostro di San Francesco, un piccolo gioiello medievale trecentesco molto in voga per matrimoni, mostre ed eventi.

Passeggiando ancora, arrivando a Piazza della Vittoria, altro splendido punto panoramico della costiera, si giunge al piccolo borgo marinaro di Marina Grande, storico borgo dei pescatori sorrentini, molto amato dai turisti e scelto per fermarsi in riva al mare a pranzare o cenare. Niente di meglio per una cenetta romantica al lume di candela, rinnovandosi la promessa di amore eterno.

Dove alloggiare

Per un romantico soggiorno a Sorrento è consigliato optare per un inebriante e sofisticato hotel terrazzato. D’altronde l’occasione speciale merita una scelta speciale.

Bellevue Syrene, un hotel cinque stelle a picco sulle onde, con terrazze che dominano il Golfo di Napoli e un Vesuvio da cartolina sullo sfondo.

Hotel Parco dei Principi, uno dei primi design hotel al mondo progettato da Gio Ponti, in cui è possibile trascorrere una romantica vacanza tra cena a strapiombo sul mare, spiaggia privata sulla roccia e infinite coccole.

Positano

Una cornice unica accoglie all’arrivo in questo luogo di villeggiatura pittoresco e panoramico, riconosciuto già all’epoca dell’impero romano, con le sue case bianche e colorate che, raccolte tutte attorno alla chiesa di Santa Maria Assunta,  sembrano precipitare in mare.

È caratteristica cardine di Positano quel brulichio di stradine e viottoli che si intersecano dando vita a un romantico labirinto in cui perdersi passeggiando abbracciati. A partire dal centro storico che si raccoglie tutto attorno a Piazza Flavio Gioia, con la duecentesca chiesa di Santa Maria Assunta e la sua splendida cupola maiolicata. Da non perdere è sicuramente una romantica passeggiata sulla panoramica via Fornillo, fiancheggiando la costa oppure un tuffo nel ricco dedalo di vette animate da caratteristici negozi di artigianato locale dove è possibile trovare capi e accessori della celebre collezione Moda Mare Positano, e magari pensare a un dolce regalo di anniversario scegliendo tra abiti, kaftan, sandali e copricostume.

Anche a Positano il modo migliore per onorare la propria scelta di vita insieme è una cenetta in riva al mare all’insegna del più meritato romanticismo.

Dove alloggiare

Anche a Positano le terrazze sul mare rendono unico il soggiorno-anniversario amalfitano.

Covo dei Saraceni, un romantico e floreale 5 stelle terrazzato, incastonato nella roccia, con la sua splendida piscina sul mare e impreziosito da una suggestiva vista sulla Baia di Positano.

Hotel Palazzo Murat, un’affascinante location risalente al 1800 e appartenuta al Re di Napoli Gioacchino Murat. Oggi è un prezioso 4 stelle che profuma di storia, con camere in mobili d’epoca, un’atmosfera di pace e un bellissimo giardino botanico che custodisce piante rare, un solarium e il patio per gli ospiti.

Amalfi

Eccola l’antica repubblica marinara che dà il nome all’intera costa campana, quella che vanta una storia millenaria e le cui origini, come testimonia il ninfeo ritrovato, appartenente forse a una villa costruita al tempo di Tiberio, sembrano risalire al periodo romano.

Tra i tanti luoghi da visitare, è imperdibile il Duomo di Sant’Andrea Apostolo con la sua bella scalinata che scende a Piazza Duomo, in assoluto la cattedrale più famosa di tutta la costiera, la cui costruzione si può definire un complesso monumentale edificato e modificato in varie epoche che si sono succedute: dalla chiesa paleocristiana risalente al VI secolo dopo Cristo fino allo stile arabo-normanno portato dai conquistatori.

E ancora ricostruito nel ‘600 e nell’800 con rimaneggiamenti barocchi, due statue del Bernini e il Chiostro del Paradiso, edificato nel ‘200 per volere dell’Arcivescovo Filippo Augustariccio e pensato come cimitero per gli illustri cittadini. Meraviglioso con il suo quadriportico con archi a sesto e il giardino palmato. Il paese poi, in piena atmosfera amalfitana, è un dedalo di viette e sentieri colmi di ristoranti, scalinate, negozietti di artigianato, ceramiche e maioliche, un agglomerato di casupole bianche abbarbicate sui monti Lattari, di profumi agrumati e di fiori variopinti.

Dove alloggiare

Hotel Luna Convento, ideale per un soggiorno romantico e al tempo stesso inebriato di atmosfera spirituale. Era infatti un ex monastero, a testimoniarlo il suo splendido chiostro di architettura moresca, che ora racchiude un piccolo attraente giardino, ornato di fiori splendidi.anche Anche all’Hotel Luna si cena di fronte ad un panorama mozzafiato sulla costa di Amalfi e su un mare da sogno.

Ravello

Uno degli incanti di tutta la penisola per l’eleganza delle sue ville, i suoi belvedere e i suoi giardini. Un meraviglioso borgo che si staglia sul mare sorrentino, anche se di tutti è l’unico comune che sul mare non si trova, bensì su uno sperone di roccia a 350 metri sul mare.

A Ravello si va per la sua bellezza e per un tuffo nel mondo della cultura e delle arti. Il paese infatti è stato nominato ‘Città della Musica’, è qui che infatti ogni anno si tiene il famoso Festival  musicale estivo che fa sfoggio ogni estate di musica classica, orchestre, cinema e arti.

Tra i panorami più belli che Ravello offre:

• Il Belvedere della Principessa di Piemonte

• La Terrazza dell’infinito di Villa Cimbrone

• Le Terrazze di Villa Rufolo

Le stesse che incantarono Wagner, il compositore in onore del quale si tiene ogni anno il Festival Internazionale della musica. Le due Ville – Rufolo e Cimbrone – con i loro splendidi giardini – incantano che vi passeggia attorno, così come il Duomo che domina la Piazza del Vescovado con il portale a bassorilievi in bronzo realizzato nel 1179 a Costantinopoli e poi accompagnato per mare fin qui.

E poi ancora l’Auditorium, creato da uno dei più grandi architetti internazionali, Oscar Niemeyer, che ha saputo progettare una struttura pesante e leggera al tempo stesso, che si staglia bianca sul mare.

Dove alloggiare

Ravello Art Hotel Marmorata, una location 4 stelle incastonata nell’incantevole insenatura di Ravello Mare, ricavato da un’antica cartiera del ‘400, con splendide stanze su vista mare e una splendida terrazza panoramica in cui svegliarsi al mattino coccolati da una colazione inebriante. E poi il ristorante a picco sul mare – l’Antica cartiera – la discesa a mare arricchita con una piscina esterna idromassaggio.

Hotel Villa Fraulo, altra incantevole location con terrazza vista mare, stile elegante e spa annessa, per un soggiorno all’insegna di coccole e classe.

Atrani

Un suggestivo comune nel cuore della Costiera amalfitana, sicuramente meno preso d’assalto di Positano, Ravello e Amalfi, ma non per questo di bellezza meno accecante. Anzi, proprio per questa ragione ancora più adatto a un anniversario di nozze all’insegna del romanticismo.

Inserito nel circuito dei Borghi più belli d’Italia, Atrani ha conservato il suo aspetto di borgo medievale lontano dal caos e qui risedeva la nobiltà amalfitana della Repubblica marinara. Vicoli, viette strette e archi incastonati tra le bianche case la caratterizzano.

Lo splendido panorama è il biglietto da visita di questa perla amalfitana tutta da scoprire in due. La breve distanza da Amalfi, il promontorio roccioso, con la Valle del fiume Dragone (leggendario nascondiglio di un drago sputafuoco).

I vicoletti protetti dalla frenesia della costiera Amalfitana; la piazzetta, gli archi, i cortili, la chiesa di San Salvatore de Birecto, dove avveniva l’incoronazione delle autorità governative; la collegiata di Santa Maria Maddalena, costruita nel 1274 su un ex fortilizio medioevale per ringraziare la santa per aver liberato il paese dai Saraceni; a Grotta di Masaniello, al di sotto della quale è situata la casa materna del celebre capopopolo napoletano, costruita in cima a 500 scalini; la Grotta dei Santi, chiamata così per via degli affreschi in stile bizantino sulle pareti raffiguranti i quattro evangelisti e risalenti al XII secolo. L’entrata della piccola grotta, che si apre su un terrazzamento coltivato a limoni, è contornata da uno degli archi di sostegno di un canale idrico. Da qui può cominciare la passeggiata romantica in questo suggestivo borgo per restarne incantati.

Dove alloggiare

Hotel L’Argine Fiorito, Una struttura ricettiva, situata in un’atmosfera suggestiva e rilassante, realizzata dai resti di un vecchio pastificio, sicuramente meno appariscente di sfarzosi 5 stelle, ma non per questo meno accogliente e affascinante, con le sue camere arredate in stile classico, in un’atmosfera fuori dal tempi e a poche decine di metri dal mare. Sicuramente molto adatto al tranquillo soggiorno nella quieta cittadina di Atrani.

Capri

Per un anniversario di nozze che si rispetti, proprio di fronte alla penisola sorrentina è d’obbligo fare tappa nella ridente isola di Capri. La sua vicinanza da Sorrento la rende una meta ideale da raggiungere per l’ultimo tuffo innamorato in terra campana.

Da non perdere i celebri Faraglioni, tre massi rocciosi che spiccano poco a largo della costa e raggiungibili in barca. Ognuno di loro ha un nome: Stella quello unito alla terraferma, il secondo Faraglione di mezzo, attraversato da una grotta naturale e il terzo Scopolo.

La Grotta Azzurra, nota fin dai tempi di Tiberio, deve al suo nome allo splendido e insolito blu dell’acqua che lascia intravvedere una luce subacquea con miliardi di piccoli pesci intenti a nuotare. si entra con piccole barche da 4 ed è vietato tuffarsi. Meglio non perdere questo spettacolo della natura.

Villa Jovis, la villa dedicata da Tiberio a Giove. Uno degli esempi di architettura romana meglio conservati in tutto il Mediterraneo dalla cui cima il panorama su Procida e Ischia è incantevole. Edificata nel primo secolo avanti Cristo, l’imperatore vi trascorse 12 anni, amministrando dall’isola le sorti dell’impero Romano.

Immancabile ovviamente il giro in Piazzetta. Si chiama Umberto ed è il cuore mondano dell’isola di Capri e tra tavolini, caffè, bar e panorami, restituisce tutto il temperamento che l’attraversa. Da qui partono le vie principali per esplorare Capri e ci si addentra per la celebre Via Camerelle, la via dello shopping caprese, su cui si alternano le migliori boutique delle griffe internazionali. Un tuffo romantico nelle acque che bagnano le calette sassose di Capri è d’obbligo.

L’Isola è rocciosa e non ci sono grandi spiagge, ma l’acqua è da favola. Nella zona del Porto, a Marina Grande, si apre la spiaggia più grande dell’isola: si tratta di una baia sassosa affacciata sul blu. Sul versante opposto dell’isola ci sono poi i lidi di Marina Piccola.I migliori punti per una foto romantica con sfondo Faraglioni sono: il Belvedere di Punta Tragara, I Giardini di Augusto, il Belvedere dei filosofi alla Migliera.

Il soggiorno romantico non può che concludersi con una cena degna di un amore eterno. Niente di meglio che una cena impeccabile a lume di candela a base di pesce. Uno dei posti consigliati è il Ristorante Mammà, a pochi passi dalla Piazzetta, con piatti della grande tradizione campana rivisitati in chiave contemporanea.

Dove alloggiare

Capri Tiberio Palace, un lussuoso boutique hotel a cinque stelle situato nel cuore pulsante dell’isola caprese – a pochi passi dalla famosa Piazzetta – è tuttavia un rifugio privilegiato e intimo grazie alla sua posizione riparata. La Spa, una libreria, il jacky bar, una splendida piscina, camere deluxe con vista mare, arricchiscono il soggiorno in coppia e regalano un’occasione elegante e sofisticata per godere appieno delle bellezze amalfitane.

 

Info: Live Salerno, Capri Tourism, Sorrento Tourism, Azienda Turismo Positano, Ravello Tourist Office

 

Potrebbe interessarti anche:

Mauritius, l’isola del dodo: tra acque turchesi e piantagioni di vaniglia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti