Turismo-Battisti: no alla politica del numero chiuso, occorre saper gestire i flussi 

Print Friendly, PDF & Email

In un’estate in cui gli indicatori rilevano una crescita di  turisti nelle principali  città d’arte e nei luoghi simbolo dell’Italia, il tema del turismo a numero chiuso torna alla ribalta.

Nonostante si tratti di numeri importanti:  a Roma le presenze  superano i 40 milioni all’anno e  a Venezia sfiorano i 30 milioni.

“Non  si può pensare”, afferma il Presidente di Federturismo Confindustria Gianfranco Battisti, “di  limitare gli accessi tramite l’introduzione di tornelli e ticket per frenare il turismo mordi e fuggi”.
Per preservare il territorio e gli interessi economici è fondamentale regolare i flussi attraverso azioni di informazione, sensibilizzazione e programmazione.
L’unica strada percorribile, conclude Battisti, è la destagionalizzazione, la diversificazione delle esperienze turistiche attraverso la scoperta del resto del patrimonio turistico nazionale. 
Fonte: Federturismo
Potrebbe interessarti anche:
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti