Turismo: il Veneto punta sul binomio treno-bicicletta

Print Friendly, PDF & Email

 

Ha debuttato lo scorso 2 luglio il primo convoglio “Verona Treno Bici”, il treno turistico promosso da Regione Veneto e Trenitalia sulla tratta Venezia-Verona, con prolungamento sino a Mantova.

Il convoglio Etr 360 fino al 9 settembre collega tutti i sabati, le domeniche e i giorni festivi il capoluogo lagunare con Verona proseguendo poi per Villafranca a Mantova. Da Villafranca è possibile imboccare le diverse piste ciclabili che conducono a Peschiera, al Parco Sigurtà di Valeggio sul Mincio, a Borghetto sul Mincio, sulle colline moreniche di Mozzecane o proseguire, in sella alla due ruote, sino a Mantova.

Per chi arriva a Valeggio sul Mincio su due ruote, utilizzando il treno-bici, è previsto uno sconto di 3 euro sul biglietto di ingresso al Parco Sigurtà percorrendo altri 6 chilometri di percorsi ciclabili interni.

Il Verona Treno Bici è dotato di 302 posti e sedere e 24 posti bici. Nei giorni festivi e ogni sabato parte da Venezia Santa Lucia alle ore 8.12, raggiunge Verona Porta Nuova alle 9.39, Villafranca alle 9.56 e Mantova alle ore 10.32 (fermando a Mestre, Padova, Vicenza, San Bonifacio, Verona Porta Vescovo, Dossobuono, Mozzecane, Roverbella, Sant’Antonio Mantovano). Al ritorno, partenza da Mantova alle ore 18.28 e arrivo a Venezia Santa Lucia alle ore 20.48.

Il nuovo Verona-Treno-Bici – dichiara Elisa De Berti – offre una straordinaria opportunità al popolo degli amanti della bicicletta di raggiungere agevolmente e apprezzare una delle più belle città d’arte del Veneto, qual è Verona, nonchè di percorrere le belle piste ciclabili che costeggiano l’Adige, il Mincio, le sponde del Garda, raggiungendo borghi e località noti in tutto il mondo per bellezza e suggestione. La convenzione, poi, con il Parco Sigurtà, conferisce ulteriore attrattiva a questa forma di turismo, ecologico ed economico, che attira sempre più appassionati, di tutte le nazionalità”.

La Regione Veneto è molto impegnata nella promozione del cicloturismo abbinato al treno come mezzo di trasporto: solo pochi mesi fa è stato costituito a Venezia il Tavolo per la mobilità ciclistica.  Al Verona-Treno-Bici sperimentato quest’anno faranno seguito l’anno prossimo altri progetti per implementare tratte e percorsi.

Fonte: Giunta Regionale del Veneto

Potrebbe interessarti

Regione Veneto: al via il progetto di turismo sociale e inclusivo sulle spiagge venete

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti