Regione Veneto: arrivano i finanziamenti agevolati per le PMI del turismo

Print Friendly, PDF & Email

È stata approvata dalla Giunta regionale del Veneto una deliberazione che stabilisce le modalità operative per l’accesso delle piccole e medie imprese del settore turismo al fondo di rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati.

Il provvedimento individua le tipologie di interventi ammissibili, stabilisce i requisiti propri delle imprese, le priorità in ordine ai territori e ai tematismi del turismo veneto, i limiti di intervento e di sostegno anche in ordine alle vigenti disposizioni comunitarie e statali in materia di sviluppo sostenibile del turismo.

A beneficiare delle agevolazioni finanziarie le PMI, indipendentemente dalla loro forma giuridica, che gestiscono e/o sono proprietarie di strutture turistiche, ricettive e non: alberghi o hotel, villaggio albergo, residenze turistico-alberghiere, albergo diffuso, villaggi turistici, campeggi, marina resort, alloggi turistici, case per vacanze, unità abitative ammobiliate a uso turistico, bed & breakfast, strutture ricettive in ambienti naturali, stabilimenti balneari, impianti di risalita, parchi divertimento e altre attività correlate al turismo.

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato di importo pari al 100% della spesa ammissibile, erogato dalla Banca finanziatrice mediante l’utilizzo di una doppia provvista: una quota pubblica pari al 50% del finanziamento, a tasso zero, messa a disposizione dalla Regione tramite Veneto Sviluppo; una quota privata per l’altro 50%, a tasso concordato tra il beneficiario e l’intermediario finanziario.

Trattandosi di aiuti “de minimis”, l’importo complessivo dei finanziamenti concessi a un’impresa unica non può superare i 200 mila euro nell’arco di tre anni.

Le domande di finanziamento vanno presentate a Veneto Sviluppo attraverso la procedura “a sportello” tramite dei Consorzi di garanzia fidi. La modulistica e la documentazione da allegare alla domanda sono disponibili nel sito www.venetosviluppo.it.

Le opportunità date dal Fondo unico di rotazione, gestito attraverso Veneto Sviluppo – spiega l’assessore regionale al turismo, Federico Caner –, che si aggiungono a quelle  dei bandi per l’accesso ai fondi del POR FESR 2014-2020 e agli aiuti regionali per le PMI turistiche della montagna veneta, sono quelle di assicurare continuità nel processo di ammodernamento e di innovazione delle imprese turistiche, di migliorare l’offerta e l’efficienza delle strutture ricettive e il livello dei servizi al cliente, anche in un’ottica di sostenibilità economica ed ambientale delle imprese”.

Fonte: Giunta regionale del Veneto

Potrebbe interessarti

Regione Veneto: al via il progetto di turismo sociale e inclusivo sulle spiagge venete
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti