Malta: i 10 posti da non perdere a Gozo

Print Friendly, PDF & Email
gozo

L’isola di Gozo è la parte di Malta più amata da coloro che sono alla ricerca del relax ed offre spiagge e mari incantevoli nonostante il crollo recente dell’Azure Window dovuto allo scorrere inesorabile del tempo.

La Finestra Azzurra era un simbolo dell’isola e una delle attrazioni più visitate, motivo per cui molti percorrevano in traghetto il breve tratto di mare da Cirkewwa a Gozo. Nonostante il crollo dell’Azure Window, rimangono tantissimi motivi per visitare l’isola di Gozo, oggi la destinazione preferita dai maltesi che scelgono questa meta alla più “caotica” Malta.

Relax e benessere sono gli aspetti principali per un soggiorno nell’isola tra sport all’aria aperta, centri ayurvedici e cibo a chilometro zero. Ideale sia per una vacanza di settimana che per un week-end o una giornata.

Ecco le 10 cose da vedere a Gozo nonostante l’addio alla Finestra Azzurra:

  1. La Cittadella a Victoria: Recentemente ristrutturata, la Cittadella è il centro storico e fortificato di Victoria, città principale nonché antica capitale di Gozo. Situata nel punto più alto dell’isola, dalla Cittadella si può ammirare lo splendido panorama che la circonda. Dagli alti bastioni di avvistamento posti al centro dell’isola, il punto di vista sulle verdi colline che circondano il forte è certamente privilegiato.
  2. Il Blue Hole: il misterioso Blue Hole si trova ai piedi dello scomparso Azule Window. È una caverna sottomarina a cui si accede solo immergendosi ed il cui ingresso è un suggestivo e profondissimo buco perfettamente circolare che si trova in mezzo alle basse rocce che circondano l’area di Dwejra. Luogo adatto per le immersioni.
  3. Wied il Mielah: un luogo nascosto e poco conosciuto ai più, è la sorella più piccola della Azure Window. Si tratta infatti di un arco naturale di roccia che assomiglia in tutto e per tutto a quella che è stato per molti anni il simbolo di Malta.
  4. Ta’ Pinu: una delle oltre 365 chiese sparse su tutto l’arcipelago di Malta è il Santuario di Ta’ Pinu. Chiesa dall’impatto architettonico imponente, oggi il santuario è meta di pellegrinaggio per maltesi e non, che qui vengono a pregare durante le festività e non solo.
  5. Le saline di Xwejni: Situate nella parte nord dell’isola di Gozo, e più precisamente nella zona di Marsalform, le saline di Xwejni sono un’importante testimonianza del passaggio dei romani sull’isola. Utili per estrarre il sale dalle acque del Mediterraneo, le saline sono ancora oggi in funzione e usate, nei periodi di maggiore sole, dalla popolazione maltese. Un intreccio di linee geometriche che formano le vasche naturali disegnando un paesaggio unico.
  6. San Blas Bay e Ramla Bay: a Gozo, così come in tutto l’arcipelago, non mancano anche le spiagge sabbiose. A Gozo si trovano Sans Blas Bay e la spiaggia rossa di Ramla Bay, entrambe nella parte est dell’isola.
  7. Inland Sea: la costa nell’area di Dwejra, nel nord di Gozo, oltre a essere una zona molto amata dagli sportivi è famosa per la sua costa ricca di bellezze naturali. La più suggestiva, tra queste, è sicuramente l’Inland Sea, una lunga caverna naturale scavata all’interno della montagna attraverso la quale si accede al mare aperto (e al resto della costa).
  8. Templi di Ggantija: risalenti a circa 7000 anni fa, i templi presenti sulle due isole sono a oggi le strutture autoportanti più antiche al mondo. Un segno importante del passaggio dell’uomo su queste terre a testimonianza di come Gozo e Malta siano stati, in epoche remote, culla di antiche e evolute civiltà. Tra questi, da non perdere i suggestivi Templi di Ggantija
  9. La Rotunda di Xewkija: Costruita dall’architetto Giuseppe Damato ispirandosi alla chieda di S. Maria della Salute a Venezia, la basilica fu eretta unicamente grazie alle donazioni ed il lavoro prestato volontariamente dai parrocchiani. La Rotunda è la più grande chiesa di Gozo e presenta la terza cupola più grande del mondo costruita senza armature di sostegno.
  10. Wied il-Ghasri: un lembo di mare che attraversa due suggestivi costoni di roccia, e presenta un’acqua cristallina in cui tuffarsi per un bagno rinfrescante nei mesi più caldi. Un paesaggio suggestivo, poco conosciuto ai più.

Fonte: Malta Tourism Authority

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

gozomalta

Vai alla barra degli strumenti