Cucina marinara, i consigli per un menù ampio a bordo

Print Friendly, PDF & Email
cucina marinara

Se si opta per una gita in barca, spesso si verifica il problema di cosa cucinare. Gli spazi limitati della cambusa non consentono un’ampia varietà del menù finendo quasi sempre per scegliere la classica pasta col tonno.  Ma, seguendo i consigli degli chef, si può trovare anche altro.

Gennarino Santoro, cuoco a bordo di un caicco turistico alle Tremiti dopo anni di attività professionale come chef in Svizzera, mostra come la cucina marinara offra tante altre soluzioni: ”Basta a volte guardare a cosa offre il mare stesso e la macchia mediterranea lungo la costa”. Dall’acqua del mare alla frollatura del pesce, dal vino ai paccheri, sono tante le opzioni per un menù di bordo variegato.

L’acqua di mare stessa è un ingrediente, utile a risciacquare le cozze ma anche nelle basi di mare, per una pasta alle vongole ad esempio: “I ricci di mare, quando è consentito, sono utili per mantecare un risotto di mare. Buone anche le ostriche a tale scopo” – ha aggiunto il cuoco. Importante anche applicare le regole della frollatura del pesce per cui “occorre comportarsi come con la carne – raccomanda Santoro – Occorre fare frollare il pesce almeno 24 ore in frigo, a zero gradi così non gela, e aggiungere il sale solo a fine cottura. Importante però togliere le viscere subito e anche le branchie, che sono i polmoni dei pesci”.

Il vino non può mancare nel menù, “ è un ‘amico’ della cucina marinara, dà gusto senza appesantire troppo il piatto con soffritti di aglio e cipolla” mentre se serve un sugo che attacca alla pasta “i paccheri sono tra i più richiesti a bordo, metto prima la passata e poi i pelati cotti almeno tre ore” – consiglia sempre Santoro.

Anche nelle navi da crociera la varietà nel menù è un aspetto che non viene mai tralasciato: ”Il vero successo della cucina in mare è la varietà – sottolinea Paolo Tarantino, Corporate Chef di MSC Crociere -. A bordo delle navi MSC Crociere viaggiano oltre 80 nazionalità diverse e dobbiamo soddisfare i gusti e le preferenze di tutti i passeggeri”.

Fonte: Ansa

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti