Lodi ospita l’ottava edizione del Festival della Fotografia Etica

Print Friendly, PDF & Email
Fronte Cartolina Festival Fotografia Etica

Nuova edizione del Festival che fa emergere situazioni e realtà emblematiche per parlare direttamente alle coscienze.

Arriva l’ottava edizione del Festival della Fotografia Etica, a Lodi, dal 7 al 29 ottobre. La manifestazione, organizzata da Alberto Prina e Aldo Mendichi con il Gruppo Fotografico Progetto Immagine, si è affermata tra i grandi festival di fotografia nel panorama europeo. Dichiarano gli organizzatori:

 “Il Festival comincia a godere appieno dei frutti del prestigio internazionale che si è conquistato nelle sette precedenti edizioni e il livello delle proposte quest’anno è ancora più elevato”.

La rassegna fotografica intende far emergere situazioni e realtà emblematiche. Racconta l’attualità attraverso percorsi diversi e originali con l’obiettivo di creare un circuito di fotografia per parlare alle coscienze.

Quest’anno, le cinque situazioni scelte sono:

  • Mine Detection Rats in Cambodia, proposto da APOPO, organizzazione che addestra roditori africani di grandi dimensioni con lo scopo di salvare vite umane, rilevando mine anti-uomo e la tubercolosi in paesi che presentano una situazione economica complessa.
  • Water grabbing, a Story of Water, da COSPE onlus sugli effetti dell'”accaparramento dell’acqua” che condanna comunità locali e intere nazioni.
  • “ILT – Illumina le Tenebre”, dall’associazione Amici di Decani. Qui viene raffigurato l’enclave del terzo millennio, dove l’Europa smarrisce il senso della propria esistenza con i serbi come protagonisti, che trovano riferimento nel Monastero di Visoki Decani.
  • Dead Sea, dal Centro Studi Cetacei, che propone la ricerca sulle cause che stanno portando all’estinzione la Caretta caretta, una specie di tartaruga marina che abita il bacino del Mediterraneo. 
  • Haiti, forgotten cholera outbreak, da parte di Médecins du Monde. Il progetto riguarda Haiti a sette anni dal terremoto che ha ucciso più di 200,000 persone e tre mesi dopo l’uragano Matthew Quinta.

Inoltre, tra le sezioni del festival, è già ufficiale lo Spazio ONG 2017. Questa sezione, tra le più attese dal pubblico, vede organizzazioni non governative di tutto il mondo, impegnate nel sociale, condividere con il pubblico le loro esperienze sul campo attraverso la fotografia.

Un edizione potente, con mostre, incontri, workshop, letture portfolio, presentazioni di libri e per le visite guidate in programma. Lo confermano anche il numero e la qualità delle opere concorrenti al World Report Award 2017, mai prima raggiunti: sono 772 le candidature che sono state presentate quest’anno, da parte di fotografi di 51 nazionalità differenti, in rappresentanza di tutti i continenti.

Oggi la Giuria, composta da Alberto Prina (Festival della Fotografia Etica), Aldo Mendichi (Festival della Fotografia Etica), Stéphane Arnaud (AFP), Michael Weir (Belfast Photo Festival), Oxana Oleinik (Sputnik), ha selezionato i finalisti delle singole sezioni. Il 14 settembre saranno comunicati i vincitori. 

 

Info: www.festivaldellafotografiaetica.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Parte il Lecce Festival Letteratura

Al via la terza edizione del Lecce Festival Letteratura da venerdì 1 a domenica 3 dicembre con quaranta appuntamenti (incontri con gli autori, laboratori, letture, una ...
Vai alla barra degli strumenti