Partenze intelligenti, le tecnologie che miglioreranno il traffico da bollino nero

Print Friendly, PDF & Email

Il traffico nelle giornate estive da bollino nero può avere interessanti sviluppi in futuro. Kapsch TrafficCom, società specializzata in soluzioni per la gestione del traffico, anticipa le tecnologie che miglioreranno ulteriormente le partenze intelligenti.

Per rendere più scorrevole il traffico in autostrada, specialmente nelle giornate in cui si registra un vero e proprio esodo per le vacanze, potrebbero vedere a breve la luce diverse soluzioni.

I sistemi definiti multi-lane free-flow (MLFF) sono progettati per evitare gli imbottigliamenti in prossimità dei caselli: a prendere il posto delle barriere sono portali dotati di telecamere che registrano il passaggio dei veicoli migliorando così ancor di più il servizio fornito dai Telepass.

Sistemi MLFF

I sistemi a onde radio comunicanti con i portali per il pagamento dei pedaggi, inoltre, possono inviare informazioni utili sul traffico oppure segnalare incidenti ed ostacoli presenti lungo il tragitto o persino il contrario: potrebbero essere gli stessi veicoli ad informare i portali riguardo eventuali criticità presenti sulla strada.

Questi portali sono già presenti in molti Paesi europei come Austria, Polonia, Repubblica Ceca e Svizzera e nel resto del mondo sono usati negli Stati Uniti, in Cile ed Australia. Poco ingombranti e facili da istallare, i portali sono in linea con la Direttiva Europea.

Per migliorare le partenze intelligenti per le vacanze e, più in generale, la mobilità durante tutto l’anno tuttavia bisogna attendere ancora un po’: “Anche se molte delle tecnologie sono già disponibili, la normativa in alcuni casi non è ancora aggiornata. Prendiamo l’esempio delle macchine a guida autonoma, sono già realtà, ma in molti paesi non potrebbero nemmeno uscire dal garage – spiega Paolo Rondo-Brovetto, presidente di Kapsch TrafficCom Italia – Abbiamo già le tecnologie per migliorare la qualità di vita e la sicurezza sulle strade. Istituzioni e aziende dovrebbero co-operare più strettamente per rendere tutto questo possibile”.

Fonte: Ufficio stampa Kapsch Traffic Com Italia

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti