Passione ippica: gli eventi nel mondo da non perdere

Print Friendly, PDF & Email

Nel montare un cavallo, noi prendiamo in prestito la libertà (Helen Thomson)

Le corse di cavalli esistono da millenni: dalla Grecia antica all’impero romano, da occidente a oriente.

Ma è solo nel Medioevo che le gare hanno iniziato a spostarsi nel cuore della città, lungo strade e piazze centrali, come accade ancora oggi a Siena.

Parallelamente sono sorte anche le prime scommesse, con gli eventi ippici che sono diventati sempre più degli appuntamenti imperdibili per l’alta società, in cui fare sfogo della propria ricchezza ed eleganza.

In questo, l’Inghilterra ne è leader, essendo per eccellenza la patria storica dell’ippica moderna, dove nel Sei e Settecento sono state definite le regole dei vari tipi di corsa ed è stata creata la razza purosangue.

Gli eventi ippici più famosi al mondo

Pronti a immergerci in una tradizione centenaria e dal fascino irresistibile? 

Il Royal Ascot del Berkshire, Inghilterra  

Royal Ascot

Per la società inglese si tratta di uno degli eventi mondani più attesi dell’anno, a pochi passi dalla residenza reale di Windsor.

La regina Elisabetta e la famiglia reale presenziano sempre alla cerimonia di apertura, ben felici di prender parte a una tradizione che resiste quasi immutata dal 1711.

Fu infatti la regina Anna a inaugurare l’evento che sarebbe diventato un must per l’alta società d’Inghilterra, facendosi, tra l’altro, sempre più fashion anno dopo anno.

Il Kentucky Derby, Usa

Oltreoceano, è l’evento ippico per eccellenza. Meno denso di cappellini-scultura rispetto al Royal Ascot, ma comunque appassionante e ricco di tradizione.

Si svolge a ogni anno, verso maggio, nel Kentucky, a Louisville, nell’ippodromo di Churchill Downs, e vede correre esclusivamente purosangue inglesi di tre anni.

Poco più di due chilometri e tanta adrenalina per una corsa velocissima, che i locali descrivono come “i due minuti più emozionanti dello sport”, ma molti conoscono come “The Run for the Roses”, ovvero “la corsa per le rose”.

Il Palio di Siena, Italia

Sono pochi gli ippodromi che possono competere col fascino immortale della città di Siena.

Piazza del Campo non è un semplice anello circondato da tribune, ma una vera e propria piazza brulicante di gente, pulsante di storie e passioni, che in alcune occasioni dell’anno si trasforma in una pista da corsa.

Dire qua che il Palio di Siena è un evento sportivo sarebbe un’eresia: il palio è un mix seducente di tradizione, competitività e amore per la propria terra, che i senesi tengono in vita dal 1644.

17 le contrade che dividono la città, in base ai confini stabiliti a inizio ‘700 dalla governatrice locale, ma solo dieci di esse si contendono la vittoria in due date salienti, il 2 luglio e il 16 agosto, e talvolta possono trovarsi a correre anche durante rarissimi palii straordinari.

Il clima di eccitazione che si respira in queste giornate è contagiosissimo, per non parlare della suggestiva Passeggiata Storica che precede il Palio, con oltre 600 figuranti in corteo da Piazza del Duomo sino a Piazza del Campo. Un evento più unico che raro.

La Melbourne Cup di Melbourne, Australia

Questo evento è così atteso da essere definito “la gara che ferma un’intera nazione”.

Si ripete anno dopo anno, dal 1861, a partire dalle ore 15.00 del primo martedì di novembre, all’interno dell’ippodromo di Flemington.

Per gli australiani non è un semplice appuntamento sportivo, ma un’occasione sociale e culturale che continua a giocare un ruolo importante nella valorizzazione dell’identità nazionale.

Quando la prima gara fu disputata, nel 1861, nessuno si immaginava un successo così dirompente, eppure nel 1871 il giornale Australasian scriveva: “A malapena c’era posto in piedi sul prato, e molte donne non sono riuscite a sedersi per l’intera giornata. La collina era semplicemente una massa di esseri umani”.

La Dubai World Cup di Dubai, Emirati Arabi

Si svolge ogni anno a marzo nell’ippodromo di Meydan, ed è ribattezzata “la corsa più ricca del mondo” per lo strabiliante premio in denaro spettante al vincitore assoluto, circa 10 milioni di dollari.

Inaugurata nel 1996 per volere dello Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktum, la gara attira ogni anno migliaia di appassionati e può essere definita un vero e proprio appuntamento glamour, situato a Meydan,  una sorta di palazzo luccicante e all’avanguardia, più simile a un moderno castello che a un luogo di sport, fatica e sudore.

 

Potrebbe interessare:

Estate, 10 mete poco conosciute da non perdere per una vacanza
Gossip dal passato: Santa Caterina da Siena, Patrona d’Italia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti