Venezia 74: Clooney, Del Toro, Schrader, Payne, Aronofsky e Wiseman si sfidano per il Leone d’Oro

Print Friendly, PDF & Email

La 74esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, l’evento cinematografico italiano più atteso dell’anno, apre ufficialmente i battenti, pronta a regalare emozioni fino al prossimo 10 settembre, quando verrà assegnato il Leone d’Oro al miglior film.

71 i lungometraggi in concorso, 16 i corti, 2 le serie tv presentate, “Suburra” e “Wormwood”, entrambe targate Netflix, 18 i film restaurati per la sezione Venezia Classici e 7 i documentari sul cinema.

Dei film in lizza, quelli del grande cinema hollywoodiano sono ventuno e pesano molto sulla pattuglia degli sfidanti al Leone d’oro.

Si va da una comedy/sci-fi come “Downsizing” a un thriller psicologico in un futuro distonico, come “Mother!” firmate dal regista del film “Cigno Nero”, interpretato dai premi oscar Jennifer Lawrence e Javier Bardem; da “Suburbicon”, con una comunità tranquilla che nasconde un’inaudita violenza, a “The shape of water” di Benicio Del Toro, storia d’amore, in un clima da favola, tra un’impiegata muta e un uomo anfibio ripescato in Amazzonia. 

Infine “First Reformed” di Schrader, thriller-drama con protagonista un ex cappellano distrutto dalla morte del figlio ed “Ex Libris: The New York Public Library” di Wiseman, documentario sul dietro le quinte di una delle più grandi biblioteche al mondo.

Il film che aprirà ufficialmente il festival è “Downsizing” con Matt Damon, già arrivato al Lido, Christoph Waltz, Hong Chau e Kristen Wiig.

Un film distopico che racconta di un gruppo di scienziati norvegesi che scoprono come rimpicciolire gli umani fino a cinque pollici. Un’occasione per moltiplicare il denaro in un mondo miniaturizzato.

Il film più atteso è però “Suburbicon”, di Clooney con Matt Damon, Julianne Moore, Noah Jupe e Oscar Isaac. Scritto dallo stesso Clooney e Grant Heslov con i fratelli Coen, il film è ambientato a Suburbicon, cittadina apparentemente tranquilla dove meglio crescere una famiglia, ma che in realtà nasconde una realtà disturbante, fatta di tradimenti e violenza.

Previsti al Lido tra stasera e i prossimi giorni, le star di Hollywood George Clooney, Matt Damon, Jennifer Lawrence, Jim Carrey, Sienna Miller, e i due mostri sacri che hanno fatto la storia del cinema e a cui verranno assegnati i Leoni d’oro alla carriera, Robert Redford e Jane Fonda.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Venezia 74 si prepara per un’edizione super: tanti i film attesi e i mostri sacri
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti