Intrecci del Novecento, l’arte tessile italiana in mostra alla Triennale di Milano

Print Friendly, PDF & Email
Intrecci del Novecento

Dal 12 settembre all’8 ottobre la Triennale di Milano  ospita Intrecci del Novecento, esposizione a cura di Moshe Tabibnia e Virginia Giuliano con più di 163 opere presenti tra arazzi e tappeti d’artisti, presso l’edificio a quattro piani di via Monte di Pietà prossimo all’apertura.

La mostra Intrecci del Novecento permette di ammirare per la prima volta riunite 107 opere tessili, alcune inedite, realizzate dalle principali manifatture italiane in collaborazione con oltre 60 grandi artisti del ‘900 (dai Futuristi a Remo Salvadori, da Balla a Fontana, da Sironi a Guttuso, da Depero a Nespolo, da Sottsass a Dorfles, da Oskar Kokoschka a Niki Berlinguer, per citarne solo alcuni).

Le opere esposte forniscono una nuova chiave di lettura per un contesto ancora inesplorato e per intendere non solo l’arte pittorica, ma ancor più il design e l’arredo nell’ultimo secolo. L’arte tessile italiana è stata rilanciata dal Futurismo agli inizi del Novecento fino alla diffusione tra gli artisti nel secondo dopoguerra che portò alla nascita di importanti manifatture tessili.

A settembre è in uscita un catalogo per “Intrecci del Novecento”, un vero e proprio approfondimento che attraversa più di un secolo e svela paralleli ed esemplari, oltre ai numerosi previsti in mostra.

Fonte: Adnkronos

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti