Accordo Italia-Grecia su contrasto al traffico illecito del patrimonio culturale

Print Friendly, PDF & Email

Corfù. L’Italia e la Grecia hanno siglato un protocollo d’intesa  che impegna i due Paesi a una piena collaborazione nel contrasto al traffico illecito di beni culturali.

A firmalo il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, e il Ministro della Cultura e dello Sport della Repubbica Ellenica, Lydia Koniordou, nel contesto del vertice bilaterale Italo-Greco guidato oggi a Corfù dal Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e dal Primo Ministro della Repubblica Ellenica, Alexis Tsipras.

Partendo dalle già collaborazioni in essere, Italia e Grecia procederanno a uno scambio di informazioni riguardo la legislazione in materia di tutela del patrimonio culturale, in particolare in materia di prevenzione di furti, scavi illegali, importazione e esportazione illecita, alienazione e restituzione di beni culturali; divieti e certificati di esportazione; furti, scavi illegali, importazioni e esportazioni illecite, alienazione di beni culturali; sequestri di beni culturali di reciproco interesse.

Saranno rafforzati inoltre lo scambio e l’addestramento di personale impegnato nel contrasto al traffico illecito e nella restituzione di beni culturali ai loro paesi d’origine.

Tra i diversi impegni previsti, infine, i due Paesi discuteranno il proprio approccio nei confronti di Musei o altre istituzioni culturali coinvolti nel traffico illecito di patrimonio culturale e si informeranno reciprocamente riguardo la comparsa illegale sui mercati internazionali dell’arte di beni che possano appartenere ai rispettivi patrimoni culturali, coinvolgendo in questo le competenti strutture investigative specializzate.

 

Fonte: Ufficio Stampa MiBACT

Potrebbe interessare:

Il Ministero dei Beni Culturali lancia una campagna social per ricordare il terremoto del Centro Italia
Ddl Concorrenza: nuove misure per beni culturali e turismo
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti