“Escher”, prorogata fino al 15 ottobre al Palazzo della Cultura di Catania

Print Friendly, PDF & Email
Catania (Escher, 1936)

Un’opportunità unica di ammirare la selezione inedita di lavori prodotti durante i vari soggiorni in Sicilia insieme ad altre opere iconiche.

Siete ancora in tempo a scoprire il mondo di Escher e le sue appassionanti visioni al Palazzo della Cultura di Catania, città in cui l’artista giunse l’ultima volta nel maggio del 1936 nel suo ideale Grand Tour nella penisola. La grande mostra del genio olandese “pop” è stata eccezionalmente prorogata fino al 15 ottobre.

Un’opportunità unica di ammirare alcune delle opere iconiche del grande genio, come Mano con sfera riflettente (1935), Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939) e Giorno e notte (1938). 

Giorno Notte (Escher, 1938)

All M.C. Escher works © 2016 The M.C. Escher Company.

Una selezione inedita di opere prodotte dall’artista durante i vari soggiorni in Sicilia (tra il 1928 ed il 1936) è presentata per l’occasione per la prima volta in Sicilia, insieme alle opere emblematiche e presenti nell’immaginario collettivo.

L’artista produsse numerose opere grafiche sull’isola, ritraendo città e paesi noti. Realizzò anche tanti disegni, per poi trasformarli in incisioni, xilografie e litografie, di luoghi solitari e sperduti caratterizzati da un sapiente senso della prospettiva e da una sicura abilità compositiva. Ad esempio:

  • Chiostro di Monreale, Sicilia (1932)
  • Tempio di Segesta, Sicilia (1932)
Temple of Segesta (Escher, 1932)

All M.C. Escher works © 2016 The M.C. Escher Company.

  • Colata di lava del 1928 dal monte Etna (1933)

  • Catania (1936)
Catania (Escher, 1936)

All M.C. Escher works © 2016 The M.C. Escher Company.

 

Info: www.mostraescher.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti