Guida gastronomica dell’Inghilterra

Print Friendly, PDF & Email

Visit Britain ha lavorato a stretto contatto con numerosi esperti di alimentazione per raccontare le migliori storie che stanno dietro alla cucina inglese, per dimostrare che è molto più di un semplice fish & chips…

La Gran Bretagna, soprattutto nello scorso secolo, ha subito un’interessante fusione culinaria, mixando tipi di culture diverse. Da quella giapponese a messicana, fino a quella indiana.

Senza tralasciare il cibo di strada, per cui oggigiorno, sulla scia statunitense, sono presenti in ogni città hamburgherie e altre catene che hanno iniziato a spopolare.

Lulu Grimes, nota lifestyle director della BBC, ha raccolto in una guida culinaria i migliori piatti della cucina inglese, diversi da città a città.

Ecco allora cosa e dove mangiare.

 “I dolci da forno sono popolari in tutto il Regno Unito. Nel Lake District, Cartmel è famosa per lo sticky toffee pudding e Bakewell per il suo pudding: una base di pasta dolce ripiena di marmellata e uno strato torta alle mandorle.

Sia in Cornovaglia, sia in Devon, viene servito il tè con gli scone (una sorta di focacce-brioche) alla frutta e crema; la differenza fra le due regioni è che, in Cornovaglia, la crema viene messa sopra alla marmellata mentre, nel Devon, viene fatto l’esatto contrario.

Le meat pie – una specie di torte salate ripiene di carne – (cold pork pies, hot steak e kidney pies) sono una buona scelta per l’ora di pranzo; il fish & chips – pesce e patatine fritte –  sono mangiati praticamente ovunque lungo la costa e il curry è diventato un prodotto britannico in tutto e per tutto con ristoranti come Dishoom a Londra ed Edimburgo che servono un cibo indiano particolarmente buono.

E c’è anche il nostro formaggio: da non perdere lo Yarg, il Red Leicester, così come il Cheddar e lo Stilton.”

Per scoprire di più > ‘Guida gastronomica dell’Inghilterra’

Fonte: Visit Britain

Potrebbe interessarti:

Sulle tracce di Lady D: la guida con i 15 itinerari di Londra nei luoghi della principessa
Londra: i luoghi di Virginia Woolf
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti