Modena: GUSTI.A.MO17 ai nastri di partenza

Print Friendly, PDF & Email

Modena. E’ tempo di Gusti.a.MO17, la manifestazione dedicata all’eccellenza agroalimentare del più grande distretto italiano delle DOP e delle IGP.

Questo fine settimana, da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre, i prodotti tipici del territorio saranno esaltati e celebrati, senza trascurare il legame che hanno con la cultura locale.

Questa seconda edizione sarà infatti arricchita dall’attenzione all’arte, un completamento per raccontare le radici antiche di questo territorio, di cui ricorre altresì il 2200° anniversario dalla fondazione e il 20° anniversario dal riconoscimento dell’Unesco al Complesso Monumentale di Piazza Grande.

L’eccellenza del territorio tra passato, presente e futuro sarà così il filo conduttore del fine settimana.

Nel dettaglio, il programma prevede per venerdì 29 settembre l’apertura istituzionale dell’evento con il talk show nella Sala Ex-Oratorio del Palazzo dei Musei di Modena dal titolo “Navigando tra cibo e arte del territorio”.

Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre saranno invece le due giornate dedicate all’apertura straordinaria delle aziende appartenenti ai consorzi che hanno aderito all’appuntamento, durante le quali i visitatori potranno effettuare visite guidate, degustazioni, assistere a spettacoli e intrattenimenti vari.

Oltre un miliardo e mezzo di euro, il valore stimato delle denominazioni identificative di prodotti tipici locali che hanno aderito alla chiamata di Piacere Modena.

Tra queste: il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP, il Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano DOP, il Consorzio del  Prosciutto di Modena DOP, il Consorzio Tutela del Lambrusco di Modena DOP, il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi DOP, il  Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, il Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP, il Consorzio Ciliegia di Vignola IGP, il Consorzio Produttori Amarene Brusche di Modena, il Modena a Tavola Consorzio di Ristoranti, Modenatur Incaming Tour operator & DMC e Tradizione e Sapori di Modena.

“Se oggi Modena è la città a più alta densità di denominazioni che certificano una produzione enogastronomica di qualità è anche grazie a questa cultura di fondo che non è mai venuta meno nel corso del tempo” – sottolinea il Presidente di Piacere Modena Pierluigi Sciolette – “anzi si è evoluta usando strumenti diversi di comunicazione: dai graffiti ll’alfabetizzazione della popolazione, all’avvento della televisione e delle riviste fino all’odierna era digitale e ai social, di cui After, la manifestazione che si svolge negli stessi giorni di Gusti.a.MO17 a Modena è una reale testimonianza”.

 

Credits: organizzata da Piacere Modena con il patrocinio del Comune e della Provincia di Modena, della Regione Emilia Romagna e la Camera di Commercio.

Fonte: Ufficio Stampa Gusti.a.mo 2017 Marte Comunicazione 

Potrebbe interessare:

Modena: il gran ritorno di GUSTI.A.MO17 tra eccellenze gastronomiche e itinerari d’arte
Nasce lo Spumante Garda Doc, il nuovo progetto del Consorzio di Tutela del Garda

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti