Castel dell’Ovo di Napoli presenta “Opus Alchymicum”, di Lolita Timofeeva

Print Friendly, PDF & Email
Lolita Timofeeva, Labor alchymicus 1, 2007, tecnica mista su tela, 300 x 200 cm

Colori vivi, atmosfere cupe e suggestivi personaggi nelle circa 100 opere dell’alchemica artista, in mostra per la prima volta nella città. 

Castel dell’Ovo di Napoli presenta “Opus Alchymicum” la mostra personale di Lolita Timofeeva, poetessa raffiguratrice dell’indagine dimensionale metafisica dell’universo e della simbologia archetipica della realtà. In programma dal 27 ottobre al 2 dicembre 2017.

Dipinti, disegni, sculture, installazioni e persino un film corto. Circa 100 sono le opere dell’alchemica artista lettone che per l’occasione verranno esposte per la prima volta a Napoli come testimonianza espressiva di un’idea nata durante il primo viaggio dell’artista a Napoli.

Fu nel 2005, l’artista visitò la Cappella Sansevero e si avvicinò all’ermetico pensiero di Raimondo di Sangro, settimo principe di Sansevero. Quello che fu un inventore, alchimista ed anche letterato, geniale ideatore del nobiliare mausoleo. Timofeeva affascinata dall’aspetto esoterico.

Da quel momento, l’artista ha sviluppato un nuovo spunto creativo ed una conoscenza più profonda del suo essere grazie a un’autoanalisi delle immagini del sogno, dell’incubo e dell’allucinazione.

Colori vivi, atmosfere cupe e personaggi suggestivi in ogni opera. Ambienti misteriosi ed uno sguardo rivolto ai limiti ed alle ragioni dell’esistere. Un viaggio umano e spirituale, dinamico, che generalmente viene raffigurato attraverso la figura di una musa che trasporta lo spettatore in una dimensione surrealistica.

 

Credits:

“Opus Alchymicum”
27 ottobre – 2 dicembre 2017
Castel dell’Ovo 
Via Eldorado, 3 – 80132 Napoli

La mostra, con il patrocinio del Consolato Onorario della Lettonia a Napoli, è organizzata da Kengarags in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e alla Fondazione La Verde La Malfa, vede come co-promotore Touring Club Italiano di Territorio di Bologna e come curatore scientifico Giorgio Agnisola. La mostra vede come sponsor Fondazione La Verde La Malfa, Italò SRL, Occitane Voyages e Berengo Studio.

Catalogo edito da Allemandi Editore

Orario ed ingresso

Dal lunedì al sabato: dalle ore 9.00 alle 19.00
(Ultimo accesso ore 18.15)

Domenica e festivi: dalle ore 9.00 alle 14.00
(Ultimo accesso ore 13.15)

Ingresso gratuito

Info

Tel. +39 349 050 9273

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti