Sardegna, ecco le 15 spiagge più belle dell’isola imperdibile

Print Friendly, PDF & Email
Budelli, Sardegna

Sabbia bianchissima e meravigliose acque turchesi tra paesaggi mozzafiato ed una natura ineguagliabile. Andiamo alla scoperta della Sardegna, l’isola dalle spiagge infinite. 

Ecco le 15 spiagge più belle secondo Skyscanner:

  • Cala Brandinchi, San Teodoro (Olbia-Tempio). Un’atmosfera unica nell’Area Marina Protetta di Tavolara, questa cala offre un fantastico contrasto cromatico tra la pineta fresca e scura e la spiaggia di sabbia bianchissima dalle acque turchesi.
Cala Brandinchi, Sardegna

© www.sardegnaturismo.it

  • Cala Coticcio, Isola di Caprera (Olbia-Tempio), a nord-est dell’isola di Caprera. Sabbia bianca e sottile, un mare dalle infinite sfumature turchesi e meravigliose sculture di roccia rosata.
Cala Coticcio, Sardegna

© www.viagginews.com

  • Cala Domestica, Buggerru (Carbonia-Iglesias), situata nella costa sudoccidentale, in un’ex zona mineraria dove ancora è possibile ammirare i depositi dei minerali. Un tratto di spiaggia intimo, dove si trova la foce di un torrente.
Cala Domestica, Sardegna

© www.sardegnaturismo.it

  • Cala Goloritzé, Baunei (Ogliastra), dichiarata Monumento Naturale della Regione Sardegna e Monumento Nazionale Italiano. 

Cala Goloritzé, Sardegna

© www.sardegnaturismo.itna

Una spiaggia selvaggia ed incontaminata, nella parte sud del Golfo di Orosei. Famosa per il pinnacolo di quasi 150 metri che la sovrasta, particolarmente amato dai climbers, e per la presenza del Falco della regina, che ha scelto questa zona per nidificare.

  • Cala Mariolu, Punta Ispulgi (Baunei – Ogliastra), situata nel Golfo di Orosei. Una spiaggia da sogno, dal fondale basso, di sassolini e sabbia rosa a tratti ed un’acqua trasparente imperdibile.
Cala Mariolu, Sardegna

© www.sardegnaturismo.it

  • Cala Spinosa, Santa Teresa Gallura (Olbia-Tempio), nella località di Capo Testa. Questa spiaggia riparata da costoni di roccia granitica si giunge dopo aver percorso sentieri ripidi. Uno dei punti più interessanti del litorale per gli amanti delle immersioni subacquee.
Cala Spinosa, Sardegna

© www.maredisardegna.net

  • La Pelosa, Stintino (Sassari), circondata dalla barriera naturale dei faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara. La spiaggia è caratterizzata dai colori brillanti e vivaci dei suoi fondali, talmente tanto da sembrare dipinti. Di front, l’isoletta con la torre della Pelosa, con una strana vegetazione a forma di ciuffi lunghi e sottili.
La Pelosa, Sardegna

© www.italyaround.com

  • Porto Giungo, Villasimius (Cagliari):

Porto Giungo, Sardegna

© www.sardegnaturismo.it

La spiaggia che confronta un meraviglioso bosco di eucalipti con un pulitissimo mare tropicale. Offre un fantastico e lunghissimo litorale, a sabbia chiara, ottimo per una passeggiata. Da non perdere lo stagno di Notteri alle spalle, dove potete ammirare i fenicotteri rosa.

  • Punta Molentis, Villasimius (Cagliari), parte dell’Area Marina protetta di Capo Carbonara. La spiaggia deve il suo nome agli asini (su molenti) usati per l’attività estrattiva del granito, molto abbondante qui. Lasciatevi coinvolgere dal mare cristallino e la sabbia candida e luminosa che la caratterizzano.  
Punta Molentis, Sardegna

© www.sardegnaturismo.it

  • Rena Majori, Aglientu (Olbia-Tempio). Un paesaggio da sogno con un arenile di sabbia chiarissima circondato da scogli scuri, rocce di granito e morbide dune di rigogliosa vegetazione.
Rena Majori, Sardegna

© www.gallurando.com

  • Scoglio di Peppino, Castiadas (Cagliari). Prende il nome di Peppino, un pescatore che amava lavorare, riposarsi e riflettere su un chiarissimo scoglio di roccia granitica che poi prese il suo nome. Al confine tra i comuni di Muravera e Castiadas, offre un mare stupendo con il fondale che degrada gradualmente.
Scoglio-di-Peppino, Sardegna

© www.sardinianbeaches.com

  • Solanas, Sinnai (Cagliari), sulla costa sud della Sardegna. Una spiaggia dalle acque limpide e cristalline, battuta dal vento in ogni stagione dell’anno. Motivo per cui è la meta ideale per i surfisti e per i sub.

Solanas, Sardegna

  • Spiaggia Rosa Budelli,  Arcipelago di La Maddalena (Olbia-Tempio), tutelata da severi vincoli paesaggistici, ambientali e idrogeologici. Non è possibile sostare a lungo sulla sua sabbia rosa, ma potete visitare l’isola e scoprire una vera e propria meraviglia naturale, formata grazie ai piccoli frammenti di gusci calcarei che ci sono.
Budelli, Sardegna

© www.ansa.com

  • Su Giudeu, Chia, Capo Spartivento (Cagliari):

Su Giudeu, Sardegna

© www.sardegnaturismo.it

Spiaggia ricca di serviziaffacciata sulla baia di Chia, con un litorale lunghissimo a sabbia bianca e dune molto alte sulle quali si arrampicano secolari ginepri. Deve il nome all’isolotto di Su Giudeu, a soli 150 metri dalla riva.

  • Tuerredda, Teulada (Cagliari), un paradiso terrestre tra Capo Malfatano e Capo Spartivento. Qui è possibile fare lunghe e rilassanti nuotate nelle sue limpidissime acque, con temperature generalmente alte. Di fronte alla spiaggia c’è l’omonimo isolotto, raggiungibile a nuoto in pochi minuti.
Spiaggia di Tuerredda, Sardegna

© sardegnainblog.it

Info: www.skyscanner.it

 

Potrebbe interessarti:

 Skyscanner presenta le spiagge italiane più belle del 2017
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti