Siena: appuntamento con la festa del Luca a settembre e con Eroica a ottobre

Print Friendly, PDF & Email

Nata nel 1997, Eroica negli anni si è trasformata da cicloturistica d’epoca per appassionati, a un evento di fama internazionale. Il suo fondatore Giancarlo Brocci la ideò con il duplice scopo di rifondare il ciclismo sui valori che fecero di questo sport un elemento cardine della cultura italiana e di salvaguardare del patrimonio di strade bianche della Toscana.

Dai 92 iscritti della prima edizione nel 1997 si è arrivati agli oltre 5000 iscritti a numero chiuso dell’edizione di Eroica 2016. Appuntamento per l’edizione 2017 domenica 1 ottobre 2017 a Gaiole in Chianti, in sella a una bici da corsa forgiata prima del 1987 e con l’abbigliamento vintage adeguato.

 I 5 i percorsi di Eroica, nel dettaglio:

  • Passeggiata (46km)
    Altitudine min.220 | Altitudine max 518 | Dislivello positivo 691mt
    É la sintesi più semplice, in circa 3 ore e 700 metri di dislivello, per assaporare l’atmosfera “eroica” :
    – il suggestivo passaggio dal Castello di Brolio
    – i Vigneti del Chianti Classico incastonati nella tipica macchia toscana
    – la discesa verso Pianella con il panorama di Siena sullo sfondo
    – il caratteristico “Leccione”: due lecci che sembrano uno solo che fanno da cornice ad un panorama unico.

 

  • Percorso CORTO (75km)

Altitudine min.220 | Altitudine max 518 | Dislivello positivo 691mt
È la “porta d’accesso” al mito de L’Eroica, in 4 ore e 1900 metri di dislivello.
Oltre alle bellezze evidenziate nel percorso Breve, da non perdere:
– Radda in Chianti con la sua ospitalità “diffusa”: il nostro Ristoro ufficiale e i negozi del borgo antico, una vera festa per i corridori
– il Ristoro di Panzano (Volpaia) dove le “donne toscane” offrono Ribollita, salumi tipici locali, vino. 

  • Percorso CHIANTI CLASSICO (115km)

Altitudine min.280m | Altitudine max.690m | Dislivello 2400m
Richiede più di 6 ore di percorrenza e con un dislivello di 2.400 m.  
Si consiglia di affrontare il percorso solo se si ha una buona preparazione.  Interamente nel territorio del Chianti.
Oltre 50 km di strade bianche, salite fino al 18%; rapporti consigliati 28 o 32. 

 

  • Percorso MEDIO (135km)
    Altitudine min.138m | Altitudine max.527m | Dislivello 2300m

Siamo nel mito ma ancora alla portata di un pubblico amatoriale con tempi di percorrenza che possono allungarsi di molto oltre le 10 – 12 ore e più. Da non perdere:
– il Borgo medioevale di Buonconvento: certificato tra “i Borghi più belli d’Italia”
– i nostri Ristori di Radi, Castelnuovo Berardenga
– la più famosa salita di MONTE SANTE MARIE

  • Percorso LUNGO (209km)

Altitudine min.131m | Altitudine max.622m | Dislivello 3251m

È “L’Eroica” più autentica. Oltre 3700 metri di dislivello con una media di almeno 15 ore; gli ultimi arrivano anche dopo le 22 di sera. Qui c’è tutto lo spirito più estremo ma anche tutte le bellezze paesaggistiche di questo territorio:
– dal passaggio notturno al Castello di Brolio illuminato dai ceri
– Siena
– i Borghi medioevali come Buonconvento
– i Ristori con quello di Pieve a Salti con i suoi cibi biologici: da non perdere la crostata di farro biologico integrale.

Sempre in provincia di Siena agli inizi di settembre si tiene a San Gusmè, frazione di Castelnuovo Berardenga, la festa del Luca.

Quest’anno i festeggiamenti hanno luogo nei giorni 2, 3, 6, 8, 9, 10 settembre ed è previsto un calendario ricco di appuntamenti. A farla da padrona è l’arte, in tutte le sue declinazioni. Vari i concerti musicali, le esposizioni pittoriche e di foto, spettacoli per adulti e bambini. Spazio inoltre per le immancabili degustazioni gastronomiche della tradizione gastronomica locale.

Potrebbe interessarti:

Alla scoperta del pavimento del Duomo di Siena
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti