50 anni di tradizione: le Isole di Tahiti celebrano l’Overwater Bungalow

Print Friendly, PDF & Email
Overwater bungalow

L’arcipelago festeggia i cinquanta anni dall’invenzione dell’iconica sistemazione sull’acqua, tra i principali richiami delle isole polinesiane.

Si festeggia il 50º anniversario dell’Overwater Bungalow nelle Isole di Tahiti, luogo di nascita dell’originale e caratteristica sistemazione che si erge sulle lagune polinesiane. 

L’arcipelago divenne la prima destinazione ad offrire alloggi costruiti direttamente sull’acqua nel 1967, quando vennero costruiti bungalow e ville tradizionali con il tetto ricoperto di foglie in pandanus

Bora Meridien Bungalow

© www.pacificislands.com

Si tratta dell’invenzione di Hugh Kelley, Muk McCallum e Hay Carlisle, tre californiani che si trasferirono nella Polinesia Francese negli anni Sessanta e si innamorarono di questo paradiso terrestre. 

Conosciuti come i “Bali Hai Boys”, aprirono diversi hotel ed ebbero l’idea di costruire dei bungalow sull’acqua per dare agli ospiti l’accesso diretto alla laguna. I primi tre furono costuriti al Bali Hai Hotel di Raiatea, a cui seguirono altri all’Hotel Bali Hai Moorea. 

Cinquant’anni dopo, oggi le Isole di Tahiti contano 884 bungalow sull’acqua in 22 hotel in 7 delle 118 isole polinesiane. Sono molti i turisti che vengono nelle Isole attirati dalla natura e la biodiversità della zona. I bungalow sull’acqua sono il modo migliore di ammirarle avendo tutte le comodità e lussi.

Per molti viaggiatori in cerca della fuga perfetta nel Sud del Pacifico, soggiornare in un bungalow sull’acqua è un’esperienza da non perdere. Gli Overwater Bungalow rappresentano una delle tante sistemazioni autentiche e allo stesso tempo lussuose che i visitatori possono trovare nelle nostre isole, il complemento perfetto alle bellezze naturali de Le Isole di Tahiti e un’icona riconoscibile in tutto il mondo. Questo lussuoso alloggio si fonde perfettamente con le lagune cristalline de Le Isole di Tahiti, incarnando cultura tradizionale e raffinatezza francese“, afferma Paul Sloan, CEO di Tahiti Tourisme

 

Info: www.tahiti-tourisme.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti