“Viaggiare in Italia”: il primo piano per la mobilità turistica

Print Friendly, PDF & Email

Per la prima volta il nostro Paese si dota di  un piano straordinario per la mobilità turistica che, come dichiara il Presidente di Federturismo Confindustria Gianfranco Battisti, “individua a tutta ragione nella mobilità una delle priorità per lo sviluppo del nostro turismo”.

Le infrastrutture per la mobilità costituiscono il primo anello di congiunzione fra la domanda turistica e le risorse del territorio, agiscono come ponti e dovrebbero essere modellate attorno alle caratteristiche del territorio in cui si inseriscono.

Servono porte di accesso efficienti e integrate con i sistemi infrastrutturali, un’accessibilità locale per i flussi turistici verso le città d’arte e i  centri minori attraverso un’integrazione modale favorita da soluzioni digitali innovative che deve diventare un elemento dell’attrattività della nostra offerta turistica.

Sempre più importante anche la costruzione di itinerari che coinvolgano anche le località più periferiche  mediante un sistema di accessibilità  fluente e intermodale.  Ciò è possibile solo attraverso una collaborazione tra tutti i soggetti che, con ruoli  e competenze diverse, operano all’interno della catena dell’offerta turistica e il Piano è un importante strumento di pianificazione e programmazione.

“Il turismo sta crescendo sulla scia di una tendenza internazionale” – afferma il Ministro Franceschini – “ma in Italia si registrano numeri superiori alle aspettative, come dimostrano i dati del primo semestre di quest’anno ampiamente confermati nella stagione estiva. Un fatto senza dubbio positivo, che impone tuttavia a chi ha il compito di operare delle scelte di agire per governare questa crescita. È necessario promuovere altri attrattori turistici presenti nel Paese per non concentrare la quasi totalità dei flussi nelle grandi città”.

 

Fonte: Ufficio Stampa Federturismo e Ufficio Stampa Mibact

Potrebbe interessare:

Il Barometro del Turismo, online l’edizione aggiornata: bene il settore alberghiero
Federturismo, Federterme e ASTOI: Ischia, isola sicura
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti