Budapest e le sue due anime lungo il Danubio: dai quartieri antichi alle vie moderne

Print Friendly, PDF & Email
Cosa vedere a Budapest

Budapest è una città che presenta più facce e più anime, qui si incontrano storia e modernità. Un viaggio nella capitale ungherese consente sia di immergersi nella storia e nelle testimonianze antiche della città sia di esplorare le costruzioni moderne e i grandi parchi presenti.

Perché andare a Budapest. Le attrazioni da visitare a Budapest non mancano. La capitale è composta da tre grandi quartieri: Buda, Pest e Ouda unite dal suggestivo Ponte delle catene, il ponte più vecchio della città che se attraversato – specialmente di sera – regala visuali uniche lungo il Danubio. I quartieri di Buda e Obuda costituiscono la parte più antica e romantica della città con imponenti costruzioni storiche come il Palazzo Reale e le stazioni termali, uno degli aspetti maggiormente identitari della città. Pest è il lato della città più alla moda, composta dalle vie più rinomate per lo shopping e dove è presente la maestosa sede del Parlamento e la Grande Sinagoga.

Vorosmarty Ter

Cosa vedere a Budapest. Se si sceglie di fare una vacanza nella capitale dell’Ungheria non si può non visitare la parte più antica, Buda. Passando da queste parti va ammirato il Palazzo Reale – nome con cui è noto il Castello di Buda – che nacque come fortezza medievale e venne poi trasformato sotto il regno di Mattia Corvino in uno splendido palazzo rinascimentale. Oggi il Palazzo Reale è patrimonio Unesco.

Palazzo Reale

Sempre a Buda, un’altra visita dai connotati storici è rappresentata dalla Chiesa di Mattia Corvino, situata da più di 700 anni in Piazza della SS Trinità, la più grande dell’intero quartiere. Alle sue spalle si trova il Bastione dei Pescatori, luogo romantico e fiabesco che grazie alla sua terrazza panoramica offre una visita panoramica su tutta la zona di Pest e sul Danubio. 

Chiesa di Mattia Corvino

 

Sull’altra sponda del Danubio, il quartiere di Pest offre la parte più mondana del soggiorno nella città. Oltre alle vie dello shopping e dei locali notturni, si possono visitare la Grande Sinagoga (la più grande d’Europa) e il vecchio Quartiere Ebraico. Qui è ubicata anche la sede del Parlamento, uno dei monumenti più importanti dell’Ungheria. Ma a Pest non si può perdere la visita alla magnifica Piazza degli Eroi, fortemente suggestiva grazie al Monumento del Millennio (colonnato semicircolare che comprende le statue dei protagonisti della storia ungherese) e al Museo delle Belle Arti, uno dei più importanti poli museali d’Europa.

Cosa fare. Non mancano le attività e la scelta su come trascorrere i momenti a Budapest. Dalle tante e celebri stazioni termali, che hanno reso famosa Budapest come “città termale”, alle pedalate e sport da praticare nelle affascinanti aree verdi: su tutte il Varosliget, il parco pubblico più grande della città, e l’Isola di Margherita situata al centro del Danubio. La parte più moderna della città, a Pest, offre i più importanti negozi dove fare shopping, in particolare Vorosmarty Ter, e moltissimi locali per vivere a pieno la movida notturna.

Cosa mangiare. Di certo a Budapest non ci vanno leggeri con il cibo. Carne, spezie, paprika e cipolla costituiscono la base di diversi piatti tipici ungheresi. La pietanza caratteristica del luogo per eccellenza è il Goulash, una zuppa di carne con patate, pepe e paprika ma anche verdure.

Zuppa di Goulash

Quando andare. A seconda di quale aspetto della città si voglia prediligere, c’è una stagione adatta per scegliere di soggiornare a Budapest. Gli amanti dei monumenti e dei musei preferiscono il clima mite delle stagioni autunnali e primaverili; chi vuole la suggestione di vedere la capitale ungherese innevata sceglierà l’inverno nonostante le rigide temperature; per chi, infine, è in cerca di svago e divertimento la vita notturna di Budapest, tra locali e discoteche all’aperto, è la soluzione ideale.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti