Mostre: l’arte del Cinquecento a Firenze esposta a Palazzo degli Strozzi

Print Friendly, PDF & Email
Il Cinquecento a Firenze

L’arte del Cinquecento è in mostra a Firenze dal 21 settembre al 21 gennaio 2018: Palazzo degli Strozzi ospita Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna, prodotta e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi.

Il Cinquecento a Firenze, curata da Carlo Falciani e Antonio Natali, rappresenta l’atto finale di una trilogia di mostre iniziata nel 2010 con Bronzino e proseguita nel 2014 con Pontormo e Rosso Fiorentino. L’esposizione a Palazzo degli Strozzi si concentra in particolare sulla produzione artistica della seconda metà del Cinquecento, un periodo storico e artistico che ha sempre avuto una particolare chiave di lettura dai critici.

Il Cinquecento a Firenze

Il secondo Cinquecento in Italia, infatti, è noto anche come “Manierismo” che indica la caratteristica di fare arte alla maniera di qualche grande predecessore. Dopo la metà del XVI Secolo mancavano in Italia personalità artistiche di spicco al pari di Michelangelo o Raffaello e questo aspetto, tra gli altri, ha portato a considerare il periodo come decadente, in un’accezione negativa.

La mostra della Fondazione Palazzo Strozzi si pone quindi l’obiettivo di ribaltare questo giudizio tra eccezionali restauri, sacro e profano, e capolavori a confronto. Oltre settanta opere sono distribuite in otto sale riconducibili ad artisti del calibro di Michelangelo, Rosso Fiorentino, Pontormo, Bronzino, Giambologna e tanti altri.

Nelle prime due sale viene ripreso il tema eucaristico, prima con la Pietà di Luco di Andrea Del Sarto poi con il Cristo deposto nelle tre pale di Rosso, Pontorno e Bronzino.

Nelle quattro sale successive viene dato spazio ad artisti come Giambologna e il pittore Santi di Tito in un’alternanza tra “lascivia” e “divozione”. Nel primo di questi quattro spazi espositivi si trova una schiera di pale prelevate da chiese ristrutturate secondo i dettami tridentini; nel successivo si trovano i ritratti dei volti dei committenti; a seguire le atmosfere dello Studiolo di Francesco I e il tema profano di miti e allegorie.

Nelle ultime due sale i riflettori sono puntati sui primi sviluppi del ‘600 e la rassegna si chiude con San Tommaso d’Aquino, la pala di Santi di Tito.

Credits: Fondazione Palazzo Strozzi; Arcidiocesi di Firenze; Direzione Centrale per l’Amministrazione del Fondo Edifici di Culto-Ministero dell’Interno; Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le province di Pistoia e Prato; Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.
a cura di Carlo Falciani e Antonio Natali.

Mostra: Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna

21 settembre 2017 – 21 gennaio 2018

Palazzo degli Strozzi – Firenze

Info: www.palazzostrozzi.org

Potrebbe interessarti:

Banner Il Cinquecento a Firenze

IL CINQUECENTO A FIRENZE, TRA MICHELANGELO, PONTORMO E GIAMBOLOGNA

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti