“Apritimoda!”: così Milano scopre gli atelier del made in Italy

Print Friendly, PDF & Email

Milano scopre gli atelier con “APRITIMODA!”, evento mirato a scoprire i luoghi segreti in cui nasce il Made in Italy, qui alla sua prima edizione.

Nel fine settimana del 21 e 22 ottobre, le porte delle storiche maison della moda saranno aperte al pubblico svelando così i loro spazi privati, normalmente inaccessibili, dentro i quali nasce il processo creativo.  

Questi gli atelier milanesi che hanno aderito all’iniziativa: Agnona, Alberta Ferretti, Antonio Marras, Curiel, Ermenegildo Zegna, Etro, Fondazione Ferrè, Gianni Versace, Giorgio Armani, Laboratori Scala, Missoni, Moncler, Prada, Trussardi.  

Con il progetto “APRITIMODA!”, Milano aggiunge un nuovo tassello alla sua immagine di città cosmopolita, affascinante e aperta al mondo, regalando ai propri cittadini l’opportunità di apprezzare di persona la bellezza di luoghi esclusivi e permettendo ai giovani e agli studenti di aprire un dialogo avvincente e stimolante con i creatori di moda.

Le visite saranno libere e gratuite, e rispecchieranno lo stile di ciascuna maison, il proprio modo di intendere la moda e di raccontarsi.  

Credits: evento nato con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, del Comune di Milano, della Camera Nazionale della Moda Italiana, di FAI e Altagamma

Fonte: Ufficio Stampa Comune Milano

Potrebbe interessare:

L’Egitto alla conquista del Mudec di Milano
“Dentro Caravaggio”, a Milano una mostra sul pittore dissidente inventore dello scatto istantaneo
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti