Booking e le previsioni per i viaggi del 2018

Print Friendly, PDF & Email

Gli esperti di Booking.com hanno analizzato le informazioni raccolte da oltre 128 milioni di recensioni lasciate da più di 19.000 viaggiatori da 26 paesi diversi, per formulare le previsioni di viaggio più importanti per il 2018.

Eccole qui raccolte:

  1. Nuove tecnologie

Nel 2018 le esperienze immersive diventeranno ancora più importanti e i viaggiatori si affideranno alla tecnologia per conoscere meglio la meta e gli alloggi che hanno scelto, ancora prima di arrivare sul posto.

Quasi un terzo (29%) dei viaggiatori di tutto il mondo dice di sentirsi a suo agio nell’affidare a un computer l’organizzazione di un viaggio in base ai dati dei propri viaggi precedenti, mentre per la metà (50%) non importa avere a che fare con una persona in carne e ossa o con un computer, purché riesca a ottenere tutte le risposte alle proprie domande.

  1. Sogni che si avverano

Il 2018 è l’anno in cui i sogni diventeranno realtà: il 45% dei viaggiatori vuole provare un viaggio da fare almeno una volta nella vita, e la maggior parte (82%) visiterà una o più mete nel nuovo anno.

Tra le esperienze che compariranno con più probabilità tra quelle da fare almeno una volta nella vita nel 2018 spiccano le visite alle tradizionali meraviglie del mondo (47%).

  1. Tornare bambini

Oltre a fare nuove esperienze, durante i viaggi del 2018 i viaggiatori proveranno a rivivere anche i migliori ricordi della propria infanzia. Unire passato e futuro sarà l’ispirazione che ci spingerà a tornare nelle mete che ci sono rimaste nel cuore, per scoprirle da un punto di vista completamente nuovo.

Secondo i sondaggi, un terzo dei viaggiatori (34%) prenderà in considerazione un viaggio già vissuto quando era bambino.

I millenial saranno ancora più sentimentali, come dimostra il 44% delle persone tra i 18 e i 34 anni, intenzionato a rivisitare un luogo dove ha trascorso una vacanza in famiglia. Dato che nel 2018 oltre il 60% dei viaggiatori pubblicherà post sui social media ogni giorno, i contenuti “nostalgici” saranno veramente il trend del prossimo anno per quanto riguarda i social.

  1. Icone pop

Nel 2018, serie tv, film, sport e social media avranno sempre più influenza sulle nostre decisioni e diventeranno grandi fonti d’ispirazione per viaggiare.

Leggere articoli sui blog o cercare consigli su Youtube sarà fonte d’ispirazione per la metà dei viaggiatori (51%), mentre visitare le location di film, serie TV o video musicali richiamerà ben il 36% dei viaggiatori per il prossimo anno. Oltre un quinto (22%) delle persone cederà alla tentazione di partecipare a un importante evento sportivo, e il 43% prenderà in considerazione spostarsi per seguire dal vivo la grande estate del calcio in Russia.

Le location principali dei programmi televisivi che attireranno i viaggiatori nel 2018 sono Croazia, Spagna e Islanda per quanto riguarda Game of Thrones (29%), la Londra di Sherlock e The Crown (21% e 13%), New York e Manhattan per Billions (13%) e la Los Angeles di Entourage (10%).

  1. A passeggio nel benessere

Il trend dei viaggi all’insegna del benessere continuerà a crescere nel 2018: quasi il doppio delle persone infatti sta pensando di fare un viaggio all’insegna della salute e del benessere rispetto al 2017 (basti pensare che da una persona su 10 ora si parla di una persona su 5 per l’anno nuovo). I viaggi che riscuoteranno particolare successo saranno quelli a piedi che, oltre a essere il modo ideale di scoprire il paesaggio, rappresenteranno il trend principale del 2018 (il 55% dei viaggiatori è interessato a escursioni e camminate).

Tra le attività ispirate a salute e benessere per il 2018 troviamo ai primi posti spa e trattamenti estetici (33%), ciclismo (24%), sport e attività acquatiche (22%), vacanze interamente dedicate al detox (17%), soggiorni yoga (16%), corsa (16%) e meditazione/mindfulness (15%).

  1. Fiuto per gli affari

Nell’organizzare un viaggio, tantissime persone si basano principalmente sul fattore economico, e il 2018 sarà l’anno in cui avere un buon fiuto per gli affari giocherà un ruolo determinante.

Circa il 47% degli intervistati prenderà in considerazione i tassi di cambio prima di organizzare i viaggi dell’anno prossimo, mentre il 48% penserà bene alla situazione economica della meta in cui vorrebbe andare, prima di decidersi a visitarla.

  1. Viaggi in compagnia

Il 2018 sarà l’anno dei viaggi di gruppo: rispondendo alla domanda “con chi viaggerai nel 2018”, la maggior parte degli intervistati ha scelto “con un gruppo di amici”, segmento che ha registrato un aumento dal 27% al 31% rispetto all’anno scorso.

Viaggiare con gli amici è il modo migliore per scappare dalla routine e dallo stress quotidiano, oltre che per i chiari vantaggi economici che ne derivano: quattro persone su dieci (42%) dicono che andare in vacanza insieme agli amici renderà possibile soggiornare in posti che altrimenti non potrebbero permettersi se viaggiassero da soli.

  1. Vivere la vida local

I viaggiatori intervistati dicono di non sentire l’esigenza di vivere a stretto contatto con una persona del posto, anche se vogliono rivolgersi a loro per chiedere informazioni su come vivere da “local”.

Un quarto dei viaggiatori ritiene che sia importante avere un host che sappia fornire informazioni sulla cucina locale e i posti da vedere (25%), anche se vuole avere la flessibilità di interagire con lui solo quando e come vuole.

 

Fonte: Ufficio Stampa di Booking.com Italia

Potrebbe interessare:

7 milioni gli italiani in viaggio per il ponte di Ognissanti
Vacanze estive 2018: perché prenotarle adesso
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti