Chic & cheap è la Vendemmia di Roma

Print Friendly, PDF & Email

A Roma è tempo di vendemmia. Piazza di Spagna e via Condotti sono pronti a brindare e a rilanciare il turismo ‘alto’ grazie all’iniziativa ideata da Andrea Amoruso Manzari della KRT che da otto anni emulsiona il cuore del lusso milanese, il quadrilatero che cinge via Montenapoleone. 

“Vendemmia” è il nome dell’iniziativa che si svolgerà negli indirizzi del lusso della città fino a questo sabato 21 ottobre con ben 60 negozi, 14 hotel super lusso e 24 ristoranti che hanno deciso di prenderne parte.

Global Luxury Brand Store di via Condotti e di Piazza di Spagna accoglieranno i clienti offrendogli un calice di vino, marchi blasonati come Carpineto o Marchesi Antinori. Così da Tod’s si brinderà con “Tenuta L’entrata”, da Ferragamo Uomo e Donna con Castiglion del Bosco e Vini de “Il Borro”, da Montblanc con “Barone Pizzini” e via degustando.

Il giorno clou sarà giovedì 19 ottobre, dalle 19,30 alle 22, quando un tappeto color vinaccia verrà steso a via Condotti, completamente chiusa al traffico veicolare, e in piazza di Spagna e con cinquemila invitati che gusteranno cocktail nei rispettivi brand store.

Particolare sarà l’esperienza sensoriale che si godrà nel lounge Global Blue, punto di riferimento dei “globe shopper”. Qui ci sarà una “Sound Experience” nella quale KEF, marchio leader nel settore delle casse acustiche, presenterà il prodotto di punta Blade 2 e si delizierà palato e udito.

“Ci siamo voluti distinguere dalle caos delle Notti bianche” – spiega  Amoruso Manzari –“selezionando gli ospiti. A Milano questo format funziona bene. A Roma ci ha permesso di ottenere il massimo delle adesioni e di sollecitare i brand  a fare rete. Il prossimo anno contiamo di estendere la Vendemmia alle vie Borgognona e Babuino”.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Roma, via del Tritone apre Rinascente
Musei Vaticani: sovraffollamento, calche e disagi
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Cresce il turismo musicale in Italia

Milano. Un altro segmento in cui si sta frazionando il turismo, richiamando nuovi viaggiatori, è quello musicale. Per il momento tra italiani e stranieri, ne ...
Vai alla barra degli strumenti