Ecco la sestina dei candidati all’Oscar della letteratura in lingua inglese

Print Friendly, PDF & Email

Londra. Il prossimo 17 ottobre sarà annunciato il vincitore del Man Booker Prize, il prestigioso premio britannico e tra i più importanti al mondo assegnato ogni anno dal 1969 al miglior romanzo pubblicato in lingua inglese. Una sorta di Oscar per intenderci.

A contendersi il titolo e il premio da 50mila sterline sono i tre scrittori americani, Paul Auster, Emily Fridlund e George Saunders e gli inglesi Ali Smith, Mohsin Hamid e Fiona Mozley.

Tra i sei big ci sono anche due esordienti, entrambe donne, entrambe giovani: Mozley, 29enne che lavora part-time in una libreria di New York, e Emily Fridlund nata a e cresciuta in Minnesota con un PhD in Scrittura creativa e letteratura all’università della Southern California.

Secondo Lola Young, che fa parte della commissione, i sei romanzi sono “unici e intrepidi” e rompono “le barriere delle convenzioni”.

Questa la sestina: “4 3 2 1” di Paul Auster, libro che uscirà in Italia dal 10 ottobre, “Exit West” di Mishin Hamid, “Autumn” di Ali Smith, “History of Wolves” di Emily Fridlund (Weidenfeld & Nicolson), “Elmet” di Fiona Mozley, e, il favorito secondo i scommettitori,”Lincoln nel Bardo” di George Saunders.

 

Fonte: Agi

Potrebbe interessare:

Libri da leggere in autunno: le uscite di ottobre
Mostre, gli appuntamenti da non perdere in autunno
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti