Italian Council: si conclude il secondo bando con candidature provenienti da tutto il mondo

Print Friendly, PDF & Email

 

Dagli Stati Uniti all’Africa, dalla Francia al Brasile passando per Cina, India, Germania, Russia e Croazia, questa la provenienza delle 42 candidature arrivate per il secondo bando dell’Italian Council.

Il progetto che mira a sostenere l’arte contemporanea italiana è ideato dalla DGAAP – Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MiBACT, presieduta da Federica Galloni, che per questa seconda call ha stanziato 490.000 euro, da sommare ai circa 450.000 euro messi a disposizione dalla prima, per un totale di940.000 euro.

Il bando è stato lanciato in tutto il mondo grazie al MAECI e la sua rete di Istituti Italiani di Cultura; oltre la metà delle proposte di finanziamento nasce da collaborazioni tra i musei italiani ed istituzioni internazionali.

Scopo del bando, è promuovere la creazione artistica contemporanea all’estero attraverso la produzione di opere d’arte, residenze e sostegno alla partecipazione di artisti italiani a manifestazioni internazionali di arte contemporanea. Il totale del contributo richiesto dai partecipanti supera i 4 milioni di euro.

Il primo bando ha visto vincitori Alterazioni Video, Danilo Correale, Nicolò Degiorgis, Eva Frapiccini, Alice Gosti, Margherita Moscardini e Patrick Tuttofuoco con progetti presentati da istituzioni internazionali del calibro della Columbia University di New York e dell’Ecole Supérieure d’Art et de Design di Grenoble.

Sono gli stessi criteri che guideranno la commissione esaminatrice nella selezione dei vincitori del secondo bando e che è composta da cinque membri di alto profilo: Federica Galloni, Direttore Generale DGAAP e Presidente della Commissione; Carlos Basualdo, Senior Curator of Contemporary Art del Philadelphia Museum of Art; Stefano Baia Curioni, Professore associato di Storia Economica dell’Università Bocconi di Milano; Maria Grazia Messina, Storica dell’arte, saggista e docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università di Firenze; Alberto Salvadori, Direttore OAC Fondazione Cr Firenze, con il coordinamento di Carolina Italiano.

Siamo entusiasti del successo della prima edizione dell’Italian Council, le candidature ricevute da tutto il mondo ad entrambi i bandi dimostrano la forte domanda da parte della comunità artistica italiana di strumenti in grado di valorizzarla. –  dichiara Federica Galloni, Direttore Generale DGAAP, che prosegue – Il nostro auspicio è che l’Italian Council sia solo l’inizio di un percorso più organico di avvicinamento e dialogo della creatività nazionale nei contesti internazionali”.

L’Italian Council è l’ultimo di una serie di azioni volte a sostenere la creatività contemporanea italiana promossi dalla DGAAP, come il Premio New York, il Premio Berlino e il Padiglione Italia della Biennale di Venezia.

Fonte: www.aap.beniculturali.it

Potrebbe interessarti:

Italian Council, i vincitori del concorso che promuove l`arte contemporanea italiana

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti