La vita di Van Gogh in mostra a Vicenza

Print Friendly, PDF & Email

Vicenza ospita “Van Gogh. Tra il grano e il cielo”, mostra che pone l’accento sui decisivi anni olandesi dell’artista tra i più amati al mondo.

Costruita grazie all’apporto decisivo di quello scrigno vangoghiano che è il Kröller-Müller Museum in Olanda, assieme ai prestiti da una decina di altri musei, l’esposizione ricostruisce con precisione l’intera vicenda biografica di Van Gogh, dall’autunno del 1880, nelle miniere del Borinage, fino all’autunno del 1885, a conclusione del fondamentale periodo di Nuenen.

43 i dipinti e 86 i disegni che i visitatori potranno ammirare, compiendo una sorta di via crucis nel dolore e nella disperazione del vivere del pittore olandese.

Sarà così come entrare nel laboratorio dell’anima di Van Gogh, in quel luogo segreto, solo a lui noto, nel quale si sono formate le sue immagini. Spesso nella condivisione dei temi in primo luogo con Jean-François Millet e poi con gli artisti della cosiddetta Scuola dell’Aia, una sorta di versione olandese della Scuola di Barbizon.

E in questo laboratorio ci si addentrerà con rispetto e con circospezione, facendosi aiutare dalle fondamentali lettere che Vincent inviava, come un vero e proprio diario del cuore straziato, in modo particolare al fratello Théo.

Le lettere, infatti, costituiscono il filo conduttore della mostra, perché attraverso le parole penetra fino in fondo nel mistero struggente della bellezza di un’opera che non smette di incantare il suo pubblico.

Non a caso, Marco Goldin curerà, assieme al volume/catalogo che accompagnerà la mostra, anche un libro, con una scelta di cento lettere, tra cui tutte quelle dedicate ai dipinti in esposizione a Vicenza.

Un allestimento innovativo unirà poi la bellezza di così tante opere alla ricostruzione della vita di Van Gogh. Inoltre, un vero e proprio film, della durata di un’ora, verrà proiettato a ciclo continuo in una sala della Basilica Palladiana.

Infine, in un grande plastico di circa 20 metri quadrati, si potrà ammirare la ricostruzione della casa di cura per malattie mentali di Saint-Paul-de-Mausole a Saint-Rémy, dove Van Gogh scelse di ricoverarsi dal maggio 1889 al maggio 1890.

 

Credits: curata da Marco Goldin. La mostra è promossa dal Comune di Vicenza e da Linea d’ombra, che la produce. Fondamentale la presenza del main sponsor, Segafredo Zanetti. Partner sono International Exhibition Group, Fondazione Roi e AIM.

Informazioni:

“Van Gogh. Tra il grano e il cielo”

Basilica Palladiana, Vicenza

7 ottobre 2017 – 8 aprile 2018

Orario: da lunedì a giovedì: 9 – 18, da venerdì a domenica: 9 – 20

Biglietti: Intero € 14 /  Ridotto € 11

Contatti: tel 0422 429999 / e-mail: biglietto@lineadombra.it

Fonte: Ufficio Stampa Studio ESSECI 

Potrebbe interessare:

 Città di Castello dedica una mostra a Batman
 Viaggio nei luoghi di Stephen King
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti