Palazzo Barberini: altre 11 sale aperte al pubblico

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Finito il restyling della storica ala Sud, durato oltre un anno, gli spazi di Palazzo Barberini sono ora pronti per essere restituiti alla Galleria Nazionale d’Arte Antica per ampliare le aree espositive del museo.

Ultimo tassello che andrebbe a sanare la parabola del Palazzo, fagocitato negli anni Trenta del secolo scorso dal governo fascista come prestito temporaneo e poi protrattosi fino a oggi come sede di rappresentanza militare.

Le undici sale monumentali da mille metri quadrati, con ornamenti e affreschi del periodo barocco, saranno così aperte al pubblico. Si va dalla Sala del Trono con la tela di Mattia preti di sei metri, al giardino pensile, al ponte ruinante del Bernini.

Il progetto del restauro risale al 2015 in quanto passo successivo alla riforma che promuoveva il museo alla gestione autonoma. Per la direttrice Flaminia Gennari Santori, la conclusione dei lavori è una bella soddisfazione, pronta già ad allestire nuovi percorsi espositivi nell’ala perduta e ritrovata.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Dimore storiche di Torino: per i vent’anni dall’inserimento nella lista Unesco sono stati ideati i percorsi “Reali Sensi”
In arrivo a Bologna la “Mostra sospesa” sulla pittura messicana
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti