Parchi letterari italiani in festa

Print Friendly, PDF & Email

Oggi, domenica 22, è la giornata dei Parchi Letterari, dove si può entrare senza pagare nei luoghi che hanno ispirato le opere letterarie dei più grandi autori italiani.

Sostenuti dalla rete della Società Dante Alighieri, i parchi letterari, che custodiscono i ricordi e le ispirazioni di poeti e scrittori, si aprono al pubblico con iniziative interessanti che includono passeggiate, degustazioni, letture, esposizioni e rappresentazioni teatrali.

Ecco allora alcune manifestazioni gratuite, da nord a sud del Paese:

Nel parco dedicato a Petrarca, a Padova e nei Colli Euganei, si scoprono i luoghi che hanno ispirato i versi del poeta aretino e le lettere appassionate di grandi scrittori del romanticismo, dall’amor cortese dei trovatori provenzali ai poemi di Shelley, Byron e Foscolo, fino all’atmosfera decadente di Bruce Chatwin.

Aperte al pubblico le oasi naturalistiche, abbazie, castelli, ville, terme e la casa di Francesco Petrarca ad Arquà, ultima e amata dimora del poeta.

Nel parco ispirato a Eugenio Montale, nelle Cinque Terre, si ritrovano tutte le impressioni e le tracce del poeta genovese, premio Nobel nel 1975.

Il parco racchiude un paesaggio naturale struggente, premiato dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, che lo ispirò, invitando a camminare tra i borghi di Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore.

Il parco letterario “Le Terre di Dante” conduce alla scoperta dei borghi e dei luoghi vissuti dal Sommo Poeta.

L’itinerario abbraccia un territorio molto vasto, da Firenze a Ravenna; tuttavia è possibile ritagliarsi anche percorsi più brevi.

Domenica 22 ottobre si può assistere all’evento “Nel Mugello sotto il cielo di Giotto”, che accanto ai luoghi danteschi celebra i 750 anni dalla nascita del pittore con un itinerario guidato alla scoperta delle terre del Mugello, ricche di bellezza paesaggistica, arte e cultura.

In particolare si visita Vicchio, dove si trova la casa natale di Giotto e il museo d’arte sacra dedicato al Beato Angelico. Qui, fino al 31 ottobre, verrà esposta la grande tavola Madonna di san Giorgio alla Costa, una delle opere più significative di Giotto.

Poco più a sud, in provincia di Livorno, c’è il parco di Giosuè Carducci dove si ritrova intatta l’atmosfera degli antichi borghi – Castagneto Carducci, Bolgheri e Donoratico – descritti nei versi e nelle lettere del poeta, premio Nobel nel 1906:

Quel tratto della Maremma che va da Cecina a San Vincenzo, è il cerchio della mia fanciullezza… Le dolci colline, la strada del Vino, i boschi, gli uliveti, le pinete ombrose, il canto delle cicale, le ampie spiagge su un mare cristallino, i castelli dei Della Gherardesca…”

Per oggi sono previste passeggiate speciali, intitolate “Carducci e le donne” e, alle 11 e alle 16, una visita guidata all’archivio Carducci per approfondire gli aspetti sentimentali della vita del poeta.

A Ostia, quartiere di Roma, il parco dedicato allo scrittore e intellettuale romano Pier Paolo Pasolini è diventato, dopo anni di abbandono, il luogo che celebra la tragica fine dell’autore con un monumento realizzato dallo scultore Mario Rosati.

Il parco sorge all’interno della splendida oasi naturale protetta Lipu, che consente di fare bellissime escursioni naturalistiche. Il 22 ottobre, infatti, partendo da via dell’Idroscalo si possono scoprire la Riserva naturale del litorale romano e la foce del Tevere tra paesaggi unici, resti archeologici e un’interessante fauna, accompagnati dal gruppo delle Giovani Upupe, soci junior della Lipu e aspiranti ornitologi.

In Ciociaria merita invece una visita il parco letterario di Pico, dedicato allo scrittore Tommaso Landolfi. Il piccolo comune di Pico, inserito tra i “Borghi più belli d’Italia”, è arroccato su una collina e offre percorsi montani all’interno del parco naturale dei monti Aurunci, immortalati dallo scrittore.

Infine nel parco intitolato a Gabriele D’Annunzio, ad Anversa degli Abruzzi, ci si ritrova nella biblioteca comunale alle 16.30 per assistere alle letture per bambini e adulti “Orizzonti tra le foglie d’autunno”, mentre in quello di Aliano, dedicato a Carlo Levi, si rivivono le emozioni e i luoghi descritti nel romanzo “Cristo si è fermato a Eboli”.

 

Per tutte le informazioni si rimanda al sito: www.parchiletterari.com

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

20, 21, 22 ottobre: cosa fare a Roma questo weekend
Autunno in Basilicata: tra foliage e prodotti tipici

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti