A Piazza Venezia fermato corriere badante

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Nel pomeriggio di venerdì 6 ottobre, a Piazza Venezia, una Pattuglia della Polizia Locale ha fermato un furgone con targa ucraina sequestrando circa 40 Kg di merce senza alcuna documentazione, prevalentemente di tipo alimentare.

Gli agenti, appartenenti al gruppo “Centro ex Trevi” hanno avvistato e fermato il furgone all’interno della ZTL, sospettando appunto che si trattasse di uno dei “corrieri badanti” in viaggio, detti così perchè al servizio delle lavoranti provenienti dai paesi extracomunitari dall’est europeo (Polonia, Ucraina, Bulgaria, ecc).

Si tratta di padroncini privati che offrono servizio di trasporto illegale di merci e persone a costi bassi, da e verso i paesi di origine.

Un traffico internazionale di merci, senza alcuna documentazione e difficile da controllare, che fa giungere in Italia persone, cibi di provenienza sconosciuta senza tracciabilità e merce sconosciuta in barba alle leggi doganali.

Ai controlli l’uomo alla guida, di nazionalità ucraina, è risultato effettuare almeno tre ingressi a settimana in Italia, con numerosi passaggi ai varchi ZTL: a bordo del mezzo sono stati trovati decine e decine di pacchi con sopra i dati dei destinatari, tutti di nazionalità ucraina, e un’agenda con tutti i nomi e gli indirizzi. Trovata anche una bilancia necessaria per determinare il costo del trasporto. 

La merce è stata posta sotto sequestro, il veicolo è stato posto sotto fermo amministrativo ed il conducente, identificato, ha pagato la sanzione di 4130 Euro direttamente in contanti sul posto. Indagini sono comunque in corso per verificare l’esistenza di altri illeciti o reati.

 

Fonte: Ufficio Stampa Polizia Roma Capitale

Potrebbe interessare:

Roma si candida a sede dell’Unione per il Mediterraneo
Al Circo Massimo riapre il mercato di San Teodoro
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti