Tre ricette con la zucca tra dolce e salato

Print Friendly, PDF & Email

Ottobre è per eccellenza il mese della zucca. Questo enorme ortaggio solitamente di un arancio brillante contiene vari nutrienti alleati del nostro organismo. Partendo con l’omega3 che contrasta la formazione del colesterolo cattivo e abbassa la pressione sanguigna; il triptofano, amminoacido coinvolto nella produzione di seratonina; il potassio che insieme all’acqua aiuta a combattere la ritenzione idrica e il magnesio, che facilita la distensione muscolare.

Se siete a dieta, sappiate che le fibre all’interno di questo alimento aiutano a mantenere il senso si sazietà e contribuiscono a ridurre l’assorbimento di zuccheri nel sangue. Ma la zucca può essere utilizzata anche per la cura del corpo: oltre a essere un ottimo ricostituente per i capelli, grazie agli amminoacidi e allo zinco, le sue proprietà idratanti la rendono un ingrediente ideale per maschere e creme da applicare su corpo e viso.

La zucca in cucina è sicuramente uno degli ingredienti più versatili, grazie al suo sapore agrodolce può essere applicata nella preparazione sia di piatti dolci che salati. Attenzione che però le zucche non sono tutte uguali, per ogni ricetta c’è la giusta varietà: ad esempio la zucca mantovana è ideale per i tortelli, quella di Chioggia per la preparazione di gnocchi e minestroni. Ecco tre ricette tra dolce e salato per un menù a base di zucca:

 

  • Gnocchi alla zucca

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • 500 g di polpa di zucca
  • 30 g burro
  • 100 g farina
  • 50 g parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • salvia
  • pepe
  • sale

Pulite l’ortaggio privandolo dei filamenti e della scorza. Tagliatela a fettine (alte circa un cm) e mettetela in una teglia precedentemente rivestita con carta forno. Vi serviranno circa 500 grammi di zucca pulita.

Coprite la zucca con un altro foglio di carta forno e infornatela a 180 °C per circa una ventina di minuti.Sfornate la zucca e lasciatela intiepidire. Quindi riducetela in poltiglia con il passaverdure. Nel caso ne foste sprovvisti cercate di sminuzzarla e tritarla il più finemente possibile con l’ausilio di una forchetta.

La zucca deve contenere la minor quantità di acqua possibile, in caso contrario l’impasto “chiamerà” troppa farina, per disponete la purea su carta forno in una teglia e infornatela di nuovo a 110 gradi, finché non si asciuga per bene raggiungendo una consistenza pastosa.

Infarinate per bene una spianatoia. Fate una piccola fontana con la farina, uniteci la purea di zucca e iniziate ad amalgamare il tutto. Quando l’impasto comincerà a diventare lavorabile unite anche l’uovo.

Impastate bene con le mani sin quando il composto non sarà più appiccicoso: qualora continuasse ad essere ancora umido aggiungeteci altra farina, ma con parsimonia. Più farina andrete a mettere, meno sentirete il gusto della zucca nel piatto finale e più gli gnocchi verranno duri. Il segreto di uno gnocco ben fatto sta tutto nel riuscire a dosare la giusta quantità di farina.

Preparate gli gnocchi formando dei cordoncini con l’impasto ruotandoli sul piano con l’aiuto delle mani. Tagliateli in piccoli pezzi della dimensione di una nocciolina.Man mano che preparate gli gnocchi, infarinateli un po’ con semolino e farina e copriteli con un canovaccio.

Mettete a bollire l’acqua, aggiungete il sale e tuffateci gli gnocchi.Si cuoceranno in circa 3 minuti. Ve ne accorgerete quando questi torneranno a galla. A quel punto scolateli con l’aiuto di una schiumarola direttamente in una casseruola con burro e qualche foglia di salvia.

Mantecate per bene, aggiungendo parmigiano grattugiato e una generosa tritata di pepe e servite. Il condimento classico burro e salvia è ideale, alternativamente li potete condire con una salsa delicata a base di formaggio ed erbette: niente di troppo saporito però, altrimenti andrete a nascondere il sapore molto delicato della zucca.

  • Zucca gratinata

Ingredienti (dosi per 4 persone):

  • 800 gr di zucca
  • 40 gr di burro
  • 2 fette di pancarrè
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiaini di semi di zucca
  • salvia e timo freschi
  • sale e pepe
  • formaggio fresco per servire

Scaldate il forno a 180 °C. Tagliate la zucca a fette senza sbucciarla. Privatela dei filamenti e dei semi. Salate e pepate. In un pentolino, fate fondere il burro aromatizzandolo con le foglie di salvia e di timo. Lasciate raffreddare.

Radunate in un mixer il pancarrè, il parmigiano grattugiato, e i semi di zucca.

Frullate il tutto, salate e pepate leggermente. Spennellate le fette di zucca con il burro fuso e spolveratele su entrambi i lati con il trito di pane, parmigiano e semi. Disponete le fette su una teglia forno rivestita di carta forno. Versate a filo il rimanente burro sulle fette di zucca.

Cuocete la zucca a forno caldo per circa 30 minuti, fino a quando la polpa non risulterà morbida e si sarà formata una crosticina croccante. Servitela calda accompagnandola con formaggio fresco cremoso.

  • Torta soffice alla zucca e mandorle

Ingredienti (dosi per 1 torta da 18 cm)

  • per la torta
    75 gr di farina
    50 gr di mandorle tritate finemente
    100 gr di zucchero di canna
    1/2 bustina di lievito
    1 pizzico di cannella
    130 gr di zucca sbucciata
    1 uovo medio
    1 arancia
    50 ml di olio di semi di girasole
    25 ml di latte
  • per la crema
    100 ml di panna fresca
    50 gr di mascarpone
  • per la decorazione
    cannella

 

Tagliate la zucca a pezzi non tanto grandi e lessatela al vapore, poi schiacciatela con una forchetta e lasciatela raffreddare.

In una ciotola, setacciate la farina con il lievito. Aggiungete le mandorle tritate finemente, lo zucchero di canna, la cannella e la scorza grattugiata dell’arancia.

In un altro contenitore, mescolate l’uovo con l’olio, il latte e la polpa della zucca. Poi versate il tutto sulle farine. Mescolate con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto omogeneo.

Imburrate e infarinate uno stampo da 18 cm di diametro e versateci il composto. Cuocete nel forno caldo a 175 °C per circa 35 minuti o finché la torta non risulterà cotta dalla prova stecchino.Lasciate raffreddare la torta prima di decorarla con la panna montata.

Montate la panna con il mascarpone, trasferitela in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia e decorate il dolce. Spolveratelo infine con un po’ di cannella e servite.

Potrebbe interessarti:

Uva mon amour: dolci al mosto in giro per l’Italia

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti