Sposarsi in masseria: una moda sempre più diffusa

Print Friendly, PDF & Email

Sognate un matrimonio bucolico? Circondati dalla natura e avvolti dall’inebriante profumo dei fiori di campo, senza rinunciare all’eleganza? La masseria è la location ideale. Sposarsi in masseria è diventata una vera e propria moda, anche grazie ai tanti vip italiani e stranieri che scelgono le masserie italiane, in particolare in Sicilia e Puglia, per convolare a nozze.

Queste dimore immerse in uliveti secolari e agrumeti sono edifici storici: in passato erano sedi di grandi aziende agricole, spesso residenza, non solo estiva, dei proprietari terrieri, ospitavano a loro interno gli alloggi dei contadini, le stalle e i vari depositi. Negli ultimi anni si è diffuso il recupero di questi edifici, che dopo la ristrutturazione, vengono trasformati in resort, agriturismi e b&b.

 

Diffuse maggiormente nel Sud Italia, perché erano espressione della piccola e media nobiltà del Regno delle Due Sicilie, le masserie sono oggi delle oasi di pace adatte a ospitare eventi esclusivi ed eleganti, come matrimoni in perfetto stile country chic. Se al fascino della location si aggiunge poi un menù che si basa sulla tradizione enogastronomica locale, preparato con prodotti biologici e a chilometro zero, il successo è assicurato! Inoltre, le masserie sono anche un’opzione pratica: al loro interno si possono organizzare sia il ricevimento che la cerimonia.

Ma quali mesi scegliere? I mesi ideali sono maggio, giugno, settembre e ottobre per evitare il caldo estivo:molte delle masserie si trovano nelle campagne e nell’hinterland delle province, lontane dal mare e di conseguenza dalla brezza che rinfrescherebbe voi e gli invitati.

Se, invece, preferite il mese di aprile, optate per una masseria con agrumeto, mentre se decidete di dire sì a luglio o ad agosto, assicuratevi che ci sia una piscina, un laghetto vero o artificiale dove potete organizzare il party open bar di fine banchetto, magari scegliendo un allestimento che renda l’atmosfera ancora più suggestiva.

Potrebbe interessarti:

Luna di miele in Giappone

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti