Un panettone gourmand per riscoprire la storia del Piemonte

Print Friendly, PDF & Email

L’inconfondibile aroma della Grappa Berta Bric del Gaian e gocce di cioccolato fondente, si sposano e arricchiscono il dolce tipico del Natale per un regalo speciale, capace di rapire ancora i palati più golosi.

Per questo Natale, Distillerie Berta propone il panettone soffice e dal cuore morbido, in cui si incontrano gocce di cioccolato fondente e gelatina di Bric del Gaian 2008, una grappa invecchiata prodotta da vinacce di uve Moscato.

Il risultato è il panettone al cioccolato con gelatina alla Grappa Berta Bric del Gaian, texture impeccabile ottenuta con esperienza e professionalità.

La ricetta piemontese, che ha oltre 200 anni di storia, ricorda una storia d’amore, quella nata alla corte del re di Savoia, dove una giovane pasticcera siciliana e un economo di nome Francesco Moriondo si incontrano e si innamorano.

È a loro che si deve la creazione del famoso amaretto di Mombaruzzo e della storica pasticceria Moriondo Carlo, acquisita da Distillerie Berta, che produce ancora oggi  questo tipico dolce alle mandorle.

Fu proprio durante il trasloco della parte produttiva da via Saracco 7, all’attuale sede di Mombaruzzo, che fu ritrovata la ricetta originale del panettone di Francesco Moriondo, che Berta ha studiato e riprodotto fedelmente.

L’azienda include oggi anche un parco botanico di 8 ettari, il museo della grappa, il relais de charme Villa Prato e il relais Villa Castelletto.

 

Fonte: Ufficio Stampa Gheusis

Potrebbe interessare:

Patata viola regina dell’autunno
Lo chef Heinz Beck si racconta a TGTourism

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti