Bikeconomy Forum: Delrio e la nuova legge sulla ciclabilità

Print Friendly, PDF & Email

Al MAXXI di Roma, si svolge oggi la 2° edizione del Forum sulla Bikeconomy, con la partecipazione del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, assieme a tutti i protagonisti della bikeconomy per parlare di nuova mobilità e smart cities.

La nuova legge sulla ciclabilità è stata approvata il 14 novembre dalla Camera e passa per l’approvazione definitiva al Senato.

E’ un fatto storico, culturale, come ha dichiarato il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Del Rio: “Oggi si celebra soprattutto un fatto culturale: lo Stato assume pienamente la pianificazione della mobilità ciclistica, insieme alle Regioni. Esattamente come il sistema autostradale o il sistema ferroviario, con questa legge la ciclabilità fa parte di una strategia di mobilità che diventa prioritaria nei centri urbani e per lo sviluppo del turismo nel nostro Paese”.

Sarà lo stesso Ministro DelRio a commentare in diretta i contenuti della legge e le sue applicazioni – assieme a Paolo Gandolfi, consigliere del Ministro alle Infrastrutture e relatore del ddl per lo sviluppo della mobilità ciclistica, Maurizio Battini, Capo Segreteria Tecnica del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ernesto Somma, Capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo economico; Linda Meleo, Assessore ai Trasporti di Roma Capitale.

Parteciperanno, tra gli altri, Hugh Brusher, Event Director di Prudential RideLondon, la manifestazione massima espressione della rivoluzione nella mobilità ciclistica con 8 milioni di sterline di investimento che la capitale inglese ha pianificato; Paolo Pileri, responsabile del Progetto “VEnTO”, la dorsale cicloturistica più lunga d’Europa, 679 km che legano Venezia a Torino lungo il fiume Po; Paolo Ruffino e Kees van Ommeren, consulenti della Provincia di Amsterdam per la progettazione di una nuova autostrada delle bici tra Hoofddorp ad Aalsmeer, del valore di 15 milioni di euro (Olanda paese poco più grande del Piemonte, che dagli anni ’70 ha costruito oltre 16 mila chilometri di piste ciclabili – come andare e tornare dalla Nuova Zelanda); Ermete Realacci, Presidente della Fondazione Symbola, Paolo D’Alessio, commissario straordinario dell’Istituto per il Credito Sportivo, Lamberto Mancini, Direttore Generale Touring Club Italiano; Mauro Casotto, Direttore di Trentino Sviluppo e le testimonianze imprenditoriali della provincia, dalla consolidata Fantic alle startup SuperNova Vehicle, Moovers e Gioco Solution.

Presenti anche i campioni nazionali del ciclismo, Moser, Savoldelli e Cassani.

Ulteriori informazioni al sito: www.bikeconomyforum.com

 

Fonte: Ufficio Stampa Anna Maria De Paola

Potrebbe interessare:

Una serata “Mozartiana” ai Musei Capitolini
Ferrovie storiche: quando il turismo lento è il futuro dell’Italia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti