Bologna: la principessa della cultura

Print Friendly, PDF & Email

Marketing culturale. Queste le due parole chiave dietro cui si cela il grande successo della città di Bologna, che di iniziativa in iniziativa sta vivendo un momento magico.

Tanti gli eventi presenti in città e i vari progetti sui quali l’amministrazione ha deciso di investire, dal fronte gastronomico a quello dei servizi pubblici.

L’operazione svolta è stata quella di affiancare a Bologna città del cibo, quella di Bologna città della cultura, dei motori e dell’intrattenimento. E il costante aumento del numero dei visitatori non fa che confermarne il successo, frutto dell’impegno di offrire un’accoglienza sempre più di qualità e piena di occasioni e di possibilità, comunicate con grande efficacia.

Come ha affermato il sindaco della città, Virginio Merola, Bologna “è una città che non ti impone percorsi obbligati, ma suggerisce di lasciarti andare tra le sue strade e sotto i portici”.

Una città che invita a costruire una personale promenade che dal centro storico arriva fino ai percorsi e ai borghi dell’Appennino e delle pianure.

Di seguito tutte le iniziative della città per la nuova stagione 2017-2018.

Promenade artistica:

  • “Revolutija”: da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky, i capolavori del Museo di Stato Russo, in scena al MAMbo. Dal 12 dicembre 2017 al 13 maggio 2018.
  • “Duchamp, Magritte, Dalì: i rivoluzionari del Novecento”. 200 opere visitabili a Palazzo Albergati, dal 16 ottobre 2017 all’11 febbraio 2018.
  • “Mexico. La mostra sospesa: Orozco, Rivera e Siquiiros”. Per la prima volta in Europa e in Italia, dopo il golpe militare di Pinochet, la mostra arriva a Palazzo Fava. Visitabile dal 19 ottobre 2017 al 18 febbraio 2018.
  • “Nel segno di Manara”. Nell’incantevole cornice del centro storico di Bologna, le porte di Palazzo Pallavicini si aprono alle opere del padre dell’immaginario erotico Milo Manara che, con il suo tratto inconfondibile, ha rivoluzionato l’universo dei fumetti. Dal 22 settembre 2017 al 21 gennaio 2018.
  • “Foto /Industria”: la prima Biennale al mondo dedicata alla fotografia dell’industria e del lavoro, la cui III edizione si svolge presso la Fondazione MAST fino al 19 novembre 2017.

Promenade del gusto:

  • “Fico, Eataly World”. Il 15 novembre apre a Bologna Fico Eataly World il Parco a ingresso gratuito che punta ad attrarre i visitatori da tutto il mondo, racchiudendo l’eccellenza dell’enogastronomia italiana, dal campo alla forchetta. Un megastore in cui oltre a mangiare e a comprare, offre la possibilità di vedere, fare e imparare.

I visitatori potranno scoprire come si fanno le mortadelle, i salami, il parmigiano, gli spaghetti, la birra, i panettoni e i gelati, e potranno anche farlo con le proprie mani, iscrivendosi ai circa 50 workshop (a pagamento sul sito www.eatalyworld.it) nelle sei aule didattiche a disposizione.

L’ingresso è aperto tutti i giorni, dalle 10 alle 24.

  • “Baccanale 2017. Sotto terra”: rassegna enogastronomica e culturale dedicata alle delizie sotterranee, in occasione del bicentenario dell’avvio della coltivazione della patata nei nostri territori. Visitabile a Imola, fino al 26 novembre.

Promenade nella motor valley:

  • Museo Ducati, dedicato alla celebre due ruote e volto a raccontare i momenti storici più importanti dal 1926 a oggi.
  • Museo Automobili Lamborghini, che ripercorre tutte le tappe salienti del marchio del Toro attraverso un excursus di forte impatto emozionale per tutti gli appassionati delle auto sportive di lusso.
  • Musei Ferrari. Sono due, uno a Modena e si concentra nella casa in cui nacque Enzo Ferrari, l’altro a Maranello e permette di vivere il sogno del cavallino rampante non solo con mostre a tema, ma immergendosi nel mondo della F1 anche con straordinarie esperienze come la guida dei simulatori.

 

Fonte: Ufficio Stampa Città Metropolitana di Bologna

Potrebbe interessare:

Un weekend alla scoperta di Bologna
Novembre: voli a partire da 15 euro per queste capitali europee
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti