Enac siglato accordo con agenzia russa

Print Friendly, PDF & Email

Il Direttore Generale dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, Alessio Quaranta, e il Direttore Generale della Federal Air Transport Agency (FATA), Alexander Neradko, hanno firmato il 6 novembre 2017, presso la Direzione Generale dell’ENAC, il protocollo “Schedule of Implementation Procedures” relativo al velivolo commerciale Sukhoi RRJ-95, che consente all’Ente di continuare la cooperazione con l’autorità aeronautica russa competente per la produzione del velivolo da 100 posti SCAC RRJ-95 (Sukhoi Superjet 100), certificato dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Area (EASA).

Il velivolo RRJ-95-Sukhoi Superjet 100 è commercializzato nei mercati occidentali dalla società russo-italiana SuperJet International S.p.A che ha base presso l’aeroporto di Venezia Tessera, dove il velivolo viene allestito con gli interni progettati e certificati EASA, in rispondenza ai requisiti di safety previsti dalle normative comunitarie.

L’accordo tecnico tra ENAC e FATA è annesso all’accordo bilaterale in materia di aeronavigabilità tra Italia e Federazione Russa, firmato nel 1989, unico accordo vigente in tutta l’Unione Europea su questo tema con la Federazione Russa, in quanto firmato prima
dell’istituzione dell’EASA.

Sulla base delle disposizioni contenute nel Regolamento Comunitario numero 216 del 2008 l’accordo bilaterale Italia – Federazione Russa può essere utilizzato da tutti gli Stati membri dell’Unione.

Il documento tecnico firmato oggi con FATA segue quello del 2013, a suo tempo siglato dall’ENAC e dall’Interstate Aviation Committee – Aviation Register (IAC-AR), che ha evidenziato un’eccellente cooperazione tra le due autorità aeronautiche durante tutta la fase di attuazione, permettendo, attraverso gli accertamenti tecnici condotti dall’ENAC, l’importazione dei velivoli Sukhoi Superjet 100 destinati a operare in alcuni Paesi Europei e
nel Messico.

Fonte: da una nota stampa Enac

Potrebbe interessarti:

Cancellazioni Ryanair: si è svolta la riunione tra Enec e la compagnia irlandese
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti